19.5 C
Trieste
lunedì, 15 Agosto 2022

Il premio Luchetta 2018 a Radio Siani, web radio contro la camorra che dà voce alla legalità

21.05.2018 | 10.55 – È la web radio Radio Siani la vincitrice del Premio Speciale Luchetta 2018, messo in palio dalla Fondazione Luchetta Ota D’Angelo Hrovatin, che sarà consegnato il 25 maggio al Politeama Rossetti, in occasione della serata “I nostri angeli”. 

Intitolata alla memoria del cronista napoletano Giancarlo SIani, ucciso nel 1985 per aver scritto degli articoli contro la camorra, Radio Siani trasmette dal 2009 dall’appartamento confiscato al boss mafioso Giovanni Birra a Erccolano, da dove cerca di dare voce a chi spesso è stato escluso dal coro, accompagnandosi con lo slogan “Le idee non si fermano con la paura”. «La nostra missione – spiega l’emittente  – trova forma pratica  nella voglia di cambiare le cose, di realizzare un domani migliore, un futuro per le passate, presenti e prossime generazioni. Pretendiamo che diritti e doveri siano riconosciuti, che le leggi vengano rispettate, che si agisca con etica profonda e che non venga calpestata la dignità degli esseri umani, che non si prevarichi e raggiri la carta fondante del nostro Paese e si viva nel rispetto dell’individuo senza discriminazioni. Su un territorio come il nostro, martoriato dalla camorra, dalla criminalità e inquinato dalla politica, non si può più essere indifferenti. Bisogna coltivare assieme un progetto comune per un domani migliore. Comunica, Denuncia, Partecipa è il nostro motto. Informazione libera, recupero sociale, diffusione della cultura della legalità, sono i valori che ci guidano.».

Daniela Luchetta, presidentessa della Fondazione, partendo dalle parole del giornalista e scrittore Roberto Saviano ha voluto così spiegare il motivo dell’assegnazione del premio: «”Fare numero, essere in tanti non è solo importante, ma è proprio fondamentale...noi siamo Giancarlo Siani, noi che scriviamo e voi che leggete. Noi che viviamo sotto scorta e voi che ci siete vicini e che con la vostra attenzione proteggete tutti. Proteggete noi e proteggete voi stessi”. Niente come queste parole di Roberto Saviano spiegano la motivazione di questo premio a Radio Siani. Perché non succeda più che le voci di giovani coraggiosi, impegnati in una pericolosa battaglia di civiltà contro le mafie, siano ascoltate soltanto dai boss che cercano di combattere, come è accaduto a Peppino Impastato e a Giancarlo Siani, la Fondazione Luchetta Ota D’Angelo Hrovatin ha deciso di raccogliere il recente appello dello scrittore Roberto Saviano, dando attenzione e conferendo il Premio Speciale Luchetta 2018 al team di persone coraggiose riunite in Radio Siani, dal 2009 sguardo vigile sulle illegalità mafiose e camorristiche.».

Da domani, 22 maggio, sarà possibile ritirare gratuitamente i biglietti per partecipare all’evento.

spot_img

Ultime notizie

spot_img

Dello stesso autore