10.4 C
Trieste
venerdì, 9 Dicembre 2022

Trieste NEXT, l’energia “sporca” a processo

logo_triestenext_topSPETTACOLI – Nel calendario della kermesse anche temi cari a Trieste – confini del nucleare, rigassificatori e futuro dell’energia nel rispetto delle risorse naturali

Quali sono ad oggi i vantaggi del nucleare? Esiste un utilizzo “consapevole”, a scopo scientifico, e come fare per regolamentarlo? Com’è cambiata la consapevolezza in merito a questo tipo di fonte energetica?

Il tema sempre attuale dell’energia nucleare sarà discusso oggi 27 settembre 2014 alle 18:30 al museo Revoltella nell’ambito di Trieste Next, il Salone europeo della ricerca scientifica.

Durante la tavola rotonda, intitolata “LIMITI E POTENZIALITÀ DEL NUCLEARE: UNA VISIONE INTERNAZIONALE” interverranno esperti del calibro di Gian Battista Zorzoli, presidente onorario Sezione Italiana International Solar Energy Society; Marilena Gala, docente di Storia delle relazioni internazionali dell’Università di Roma Tre; Carlo Rizzuto, già presidente CERIC-ERIC Central European Research Infrastructure Consortium.

Si tratterà quindi dei differenti aspetti del nucleare, dall’uso militare durante e dopo la guerra fredda, fino alla sua applicazione a scopo civile e il rapporto con altre fonti energetiche; importante l’approfondimento in merito all’utilizzo del nucleare nella ricerca scientifica, il ruolo degli scienziati e della società nel definirne i limiti e l’importanza dei media per quanto concerne la consapevolezza.

Tra le altre iniziative di NEXT, interamente dedicato quest’anno al tema del futuro dell’energia, alle 15 sempre al museo Revoltella lo spettacolo “NOT IN MY BACK YARD. UNA CONTROVERSIA AMBIENTALE IN TRIBUNALE“; portata in scena da studenti/attori di Scienze giuridiche dell’Università di Trieste e con l’introduzione moderata e commentata da Mauro Bussani, docente di Diritto Comparato dell’Università di Trieste, la rappresentazione racconta un processo tra una impresa di estrazione di shale gas e gli abitanti della zona circostante illustrando come potrebbe cambiare la sentenza a seconda del diritto di Francia, Italia e Stati Uniti.

Lo spettacolo anticiperà la tavola rotonda aperta al pubblico (h16.30) sulle “POLITICHE ENERGETICHE DELL’UE E LA LEGGE. PROSPETTIVE PER IL FUTURO“, con lo scopo di “attivare una riflessione sulle politiche energetiche europee e soprattutto sul ruolo che il diritto gioca in esse, come imprescindibile veicolo per la loro realizzazione”.

Fulvio E. Bullo

riproduzione riservata

spot_img

Ultime notizie

spot_img

Dello stesso autore