13.2 C
Trieste
martedì, 4 Ottobre 2022

Bersani oggi a Trieste per incontrare i socialisti e democratici europei e Debora Serracchiani

POLITICA Fitto il calendario di incontri per il candidato premier del Partito democratico 

29.1.2013 | 13.45 – L’arrivo del leader del Pd, Pierluigi Bersani (nella foto), a Trieste è previsto per oggi in occasione dell’incontro “Alleanza progressista dei socialisti e democratici al Parlamento europeo” che durerà tre giorni. Alle 18.30 alla Stazione marittima Bersani prima incontrerà l’eurodeputato austriaco Hannes Swoboda, leader dei socialisti e democratici europei, e Debora Serracchiani, candidata del Pd alla carica di Presidente della Regione. Alla fine dell’incontro interverrà al meeting che avrà inizio alle 19.15 nella Sala Saturnia della Stazione marittima. In serata, alle 20.30, ancora un incontro pubblico all’Hotel Nh di corso Cavour 7, insieme a Debora Serracchiani, dal titolo “L’Italia giusta”.

Al centro dei lavori del meeting, che durerà tre giorni, anche i temi dei trasporti e della logistica. Per questo saranno a Trieste Mauro Moretti (ad Ferrovie dello Stato), Eleuterio Arcese (presidente Associazione nazionale imprese trasporti automobilistici-Anita) e Maurizio Maresca (Università di Udine) per un dibattito che sarà moderato dal direttore de “Il Piccolo” Paolo Possamai. Le conclusioni saranno invece affidate a Deborah Serrachiani

Nel pomeriggio di domani sono previste le visite alla Risiera di San Sabba e alla Foiba di Basovizza. A seguire è in programma un incontro di preparazione alla seduta plenaria di febbraio del Parlamento europeo. Il meeting giungerà a conclusione giovedì, 31 gennaio, con una riunione straordinaria del Gruppo, alla quale prenderà parte Enrico Letta, vicesegretario del Partito democratico e Patrizia Toia, vicepresidente del Gruppo. Inoltre sono in programma visite alla Sissa e all’Ince e incontri con le autorità religiose locali. 

La tre giorni a Trieste è stata calendarizzata in piena campagna elettorale con i candidati per le regionali a caccia di firme e di consensi. I giochi per le candidature in vista delle elezioni del prossimo aprile sono infatti ancora aperti.

A Trieste i seggi disponibili sono 9 e per il Partito democratico saranno ricandidati gli uscenti Franco Codega e Sergio Lupieri, ma circolano anche indiscrezioni sulla candidatura di Gianni Torrenti, ex tesoriere dei Ds e storico organizzatore di eventi culturali al Teatro Miela.

A Udine, con 18 posti a disposizione, è stata confermata la candidatura del vicesindaco Vincenzo Martines, ma anche quella del segretario provinciale del Pd Andrea Simone Lerussi. A Pordenone si sta per avviare la raccolta firme di Sergio Bolzonello, sulla cui candidatura non ci sono mai stati dubbi da parte del Partito di centrosinistra, accanto al quale si candidano anche Sergio Zaia, già aspirante alla presidenza della Provincia, ma anche Renzo Liva.

In questa corsa ai seggi a spiccare non sono certo le quote rosa. Sono infatti poche le donne in lizza. Deborah Serrachiani, per ristabilire un certo equilibrio, si è riservata 11 posti su 48. 

I candidati devono raccogliere le firme entro le 20 di sabato prossimo, limite ultimo per la consegna. Il 5 febbraio le assemblee provinciali dovranno approvare le formazioni, con almeno i due terzi dei presenti favorevoli. Se così˙non fosse, il 9 e il 10 febbraio si terranno le consultazioni nei circoli e la votazione sarà possibile solo per gli iscritti. Gli schieramenti saranno resi ufficiali solo il 3 marzo, dopo essere passati attraverso l’assemblea regionale del partito.

Nicole Mišon

spot_img

Ultime notizie

spot_img

Dello stesso autore