9 C
Trieste
domenica, 4 Dicembre 2022

Progetto SHIFT, anche la Salus di Trieste tenta una sanità ‘smart’

24.11.2022 – 10.00 – Anche la Salus di Trieste, quale componente essenziale del Policlinico Triestino, partecipa al progetto POR FESR 2014-2020 (Programma Operativo regionale) denominato ‘SHIFT – Smart Health Innovation Fast Transition‘, finanziato dalla Regione con un contributo di 49mila euro, nell’ambito degli ‘Investimenti a favore della crescita e dell’occupazione’. Il progetto si propone di migliorare l’organizzazione delle strutture triestine, ponendo come centrale la salute del paziente. Si vuole specificatamente evitare “la dispersione di tempo e focus in attività di allineamento tra i diversi ed indispensabili ruoli dei team impegnati nelle operazioni di cura”. Il progetto si propone, come obiettivi centrali, la “riduzione drastica degli errori dovuti all’entropia delle operazioni di gestione, all’errore possibile nella gestione manuale del dato clinico” e la “tracciabilità della catena delle decisioni e delle singole azioni messe in atto dai diversi team (medico ed infermieristico)”. Efficienza e una chiara attribuzione di responsabilità, pertanto; da conseguire attraverso una riorganizzazione interna del personale e delle modalità di azione. In particolare i risultati finali, per i quali sono stati stanziati i fondi, mirano a cambiare le modalità attuali di Casa di Cura Salus, estendo poi questo modello di lavoro alla struttura di Pineta del Carso.

[z.s.]

spot_img
Zeno Saracino
Zeno Saracinohttps://www.triesteallnews.it
Giornalista pubblicista. Blog personale: https://zenosaracino.blogspot.com/

Ultime notizie

spot_img

Dello stesso autore