9.7 C
Trieste
mercoledì, 7 Dicembre 2022

A Vicenza servono punti per la Triestina

18.11.2022 – Nello scorso turno, contro il Renate, è arrivato un pareggio che ha perfino lasciato qualche rimpianto. Adesso, la trasferta contro un Vicenza altalenante, per la Triestina che, dal canto suo, è a caccia di conferme. La sfida che metterà di fronte le due formazioni al Romeo Menti, stadio del capoluogo berico, si giocherà domani (sabato 19 novembre) alle 17,30. Valida per la quattordicesima giornata del campionato di Serie C, la partita sarà diretta dal signor Costanza di Agrigento, coadiuvato dagli assistenti Biffi di Treviso e Martinelli di Seregno e con Kovacevic di Arco Riva quale quarto ufficiale.

Il Vicenza, settimo in classifica, giocherà questa gara con ambizioni ben diverse dalla Triestina, che in questo turno potrebbe però provare ad approfittare dello scontro tra Trento (che precede in classifica gli alabardati con 13 punti) e Virtus Verona, ultima in classifica, per guadagnare qualcosa sulle rivali. Impegnativo anche l’appuntamento del Piacenza penultimo, che segue la Triestina a -3 e che incontrerà il Lecco.

Vicenza, un avvio di stagione altalenante

Come detto, il Vicenza dal canto suo sta disputando un campionato piuttosto altalenante, che ha già visto – come la Triestina – il primo cambio in panchina, con Baldini rilevato da Modesto. Se il cambio porterà frutti è presto per dirlo, visto che il nuovo tecnico ha guidato i berici soltanto nella gara (vinta) contro la Virtus Verona nello scorso turno. Certo è che i vicentini, se vogliono riagguantare la Serie B dopo la retrocessione dello scorso campionato, devono alla svelta trovare una quadra e una continuità, prima che il distacco dalla vetta (oggi pari a 8 punti) diventi irrecuperabile. I pezzi migliori dei biancorossi, che dopo aver iniziato l’anno con il 3-5-2 sono passati al 4-3-3 e poi, con Modesto, al 3-4-1-2, sono sicuramente a centrocampo, dove Ronaldo, Cavion, Scarsella e Greco (oltre a Zonta che è infortunato) costituiscono un nucleo di alto livello. In avanti, invece, è Dalmonte l’uomo in più, insieme al bomber italo argentino Ferrari.

Triestina, ora dare continuità a quanto fatto finora

Di fronte al Vicenza, dunque, la Triestina dovrà dar seguito al buono fatto vedere contro il Renate. I giuliani hanno urgente bisogno di punti, perché i risultati dell’ultimo mese e mezzo li hanno cacciati in fondo alla classifica, con un terzultimo posto che è davvero pericoloso. Servono punti, servono vittorie e servono gol e serve, anche, blindare una difesa tutt’altro che insepugnabile nelle ultime settimane. Serve, soprattutto, che alcuni dei giocatori migliori ritrovino lo smalto. Probabile che contro il Vicenza Pavanel dia continuità alla Triestina vista nelle ultime settimane, con Paganini – uno dei migliori in questo periodo – Felici e Furlan dietro a Ganz, mentre a centrocampo, ancora assente Crimi, dovrebbe toccare a Pezzella affiancare Gori. In difesa mancherà Sarzi Puttini. Al suo posto, possibile l’impiego di Ciofani in alternativa a Rocchetti.
[E.R.]

spot_img

Ultime notizie

spot_img

Dello stesso autore