9 C
Trieste
domenica, 4 Dicembre 2022

Impresa, cosa sono e a cosa servono il budget economico e di tesoreria

03.10.2022 – 10.02 – Le piccole e medie imprese (PMI), talvolta, sono in dubbio circa l’implementazione di semplici strumenti di pianificazione aziendale quali il budget economico e il budget di tesoreria. In questo articolo descriviamo le funzioni di questi meccanismi di controllo delle grandezze economiche e finanziarie dell’azienda.
Poniamo, a titolo di esempio, il caso di un’azienda industriale con una cinquantina di dipendenti. Essa da qualche anno ha cominciato ad analizzare i dati aziendali tramite alcuni strumenti del controllo di gestione,coadiuvati da report mensili sull’andamento economico e finanziario. Sicuramente, l’attenzione rivolta da questa azienda verso il controllo gestionale e la sua applicazione costante nell’organizzazione potrebbe averla salvata durante questi difficili anni di contrazione del suo fatturato: la scrupolosa pianificazione economica e finanziaria l’ha facilitata a scorgere dettagli e particolari che prima non vedeva. Probabilmente, l’azienda in questione è riuscita anche a rimuovere e tagliare il superfluo, ottenendo un risparmio sostanziale. Inoltre, l’impresa è riuscita a non superare i limiti di spesa determinati in sede di budget e, grazie a questo (e a una corretta programmazione delle attività), è riuscita anche a mantenere tutti i posti di lavoro.

Il principale strumento di controllo implementabile in azienda consiste, pertanto, in un budget economico predisposto annualmente e poi proporzionato su base mensile. Il budget è una visione d’insieme degli obiettivi prefissati (effettivamente raggiungibili) tradotti in numeri e, quindi, si articola in costi da sostenere durante l’anno futuro e ricavi da conseguire. Per verificare che ciò che è stato previsto su base annua avvenga realmente, ogni mese viene eseguito, a consuntivo, un report dei costi e dei ricavi effettivi e va messo a confronto lo scostamento tra gli importi pianificati e quelli realmente conseguiti.

Oltre alla verifica economica deve essere poi effettuato il controllo della liquidità aziendale, da allestire tramite il budget di tesoreria che consiste in una pianificazione periodica delle entrate e delle uscite previste, stimando, in tal modo, in anticipo i movimenti e gli utilizzi dei fidi bancari. E’ probabile che operando in tale modo l’azienda, nonostante la diminuzione del volume d’affari dovuta alla crisi, riesca comunque a mantenere buoni gli indici economici e finanziari più significativi, e questo la premierà anche a livello di rating bancario per l’ottenimento di finanziamenti futuri.
Questo semplice caso aziendale qui presentato dimostra quanto può essere importante controllare l’andamento dell’azienda con l’ausilio sempre costante della pianificazione (budget economico e budget di tesoreria in primo luogo).

di Federico Barcherini Consulente di management, temporary manager
spot_img

Ultime notizie

spot_img

Dello stesso autore