11.6 C
Trieste
venerdì, 9 Dicembre 2022

Triestina, difficile trasferta a Novara nell’infrasettimanale

12.09.2022 – Appena il tempo di tirare il fiato dopo il pari di Arzignano, poi subito in campo. Già domani (martedì 13 settembre), infatti, l’Unione sarà impegnata nella difficile trasferta sul campo del forte Novara (attuale capolista del girone e già unica squadra a punteggio pieno dopo le prime due giornate), in programma alle 21, per la terza giornata del campionato di Serie C. Ad arbitrare l’incontro tra Novara e Triestina al Silvio Piola sarà il signor Giaccaglia della sezione di Jesi, coadiuvato dagli assistenti Moroni di Treviglio e Laghezza di Mestre. Il signor Restaldo di Ivrea sarà il quarto ufficiale. Sugli altri campi, l’attenzione sarà soprattutto su Juventus-Padova, mentre il Vicenza farà tappa a Lecco e il Pordenone sarà ospite della Virtus Verona.

Un inizio un po’ con il freno tirato, quello dell’Unione in questo campionato. Certo, le attenuanti ci sono e vanno riconosciute: la squadra, naturalmente, avrà bisogno di tempo per amalgamarsi e per assorbire i concetti di gioco di mister Bonatti. Quel che è apparso chiaro, fino a ora, è che nella mente di Bonatti non esistono titolarissimi, esclusi forse Di Gennaro e Ganz. Anche se piano piano delle gerarchie andranno a definirsi. Dopo la sconfitta senza appelli con il Pordenone, comunque, ad Arzignano gli alabardati hanno mostrato decisi passi avanti sul piano del gioco, anche se il lavoro da fare è certamente ancora tanto e contro il Novara, se vorrà portare a casa un risultato, la Triestina non potrà concedersi nessun errore e nessun calo di tensione. Intanto, i tifosi dimostrano sostegno ai propri beniamini: la società ha infatti comunicato la chiusura della campagna abbonamenti con il raggiungimento delle 4000 tessere vendute proprio alla vigilia di Novara-Triestina.

È una squadra costruita per tentare l’immediato assalto alla promozione, il Novara, affidato quest’anno all’ex tecnico del Renate Cevoli. Che ha le sue migliori armi negli uomini offensivi: da Bortolussi, punta completa capace di mandare in difficoltà le difese con i suoi movimenti incontro alla palla e, all’occorrenza, in profondità, a Tavernelli, già a segno due volte in questo avvio di campionato, passando per il pericolosissimo sinistro di Galuppini, che i piemontesi hanno rilevato in prestito dal Südtirol. Senza scordare i centrocampisti: Rocca, in particolare, con i suoi strappi palla al piede che possono spaccare le partite. In fase difensiva, i piemontesi hanno un po’ faticato in questo avvio di stagione nelle coperture sugli esterni, da cui la Triestina potrà provare a sfruttare le sue frecce con i traversoni verso l’area di rigore.
[E.R.]

spot_img

Ultime notizie

spot_img

Dello stesso autore