8.4 C
Trieste
venerdì, 9 Dicembre 2022

Stand-up for Nuclear Italia, la manifestazione pro energia prosegue nella sua IV edizione

30.09.2022 – 17.22 – Energia nucleare sicura come alternativa alle fonti fossili nel quadro di un prossimo futuro sostenibile. Dopo la positiva edizione di Vicenza, svoltasi lo scorso 17 e 18 settembre, proseguiranno nei prossimi giorni e per tutto il mese di ottobre, in numerose piazze d’Italia e nelle Università di Pisa e de La Sapienza, gli eventi della quarta edizione dello Stand-up For Nuclear, una manifestazione internazionale nata per promuovere i benefici delle tecnologie nucleari in tutti i suoi impieghi civili e informare l’opinione pubblica. Un’energia nucleare applicata in ambito energetico, medico-diagnostico, alimentare, industriale e nella ricerca scientifica. Indispensabile, secondo i suoi promotori, lo sfruttamento dell’energia nucleare già da oggi e sempre più nel futuro per coniugare il progresso umano alla cura dell’ambiente, in particolare per contrastare la povertà energetica, argomento pesantemente attuale, e, nel contempo, mitigare gli effetti delle emissioni inquinanti che alterano il clima.

L’Unione Europa – a seguito di una rigorosa analisi e delle indicazioni fornite dagli scienziati del Joint Research Centerha recentemente inserito il nucleare all’interno della cosiddetta Tassonomia della Finanza Sostenibile: si tratta di un importantissimo riconoscimento del ruolo di questa tecnologia quale strumento utile per la transizione energetica degli Stati membri, come peraltro stabilito anche da altri organismi internazionali. L’Italia paga tutt’ora i costi di un prematuro abbandono del nucleare fatto negli anni Ottanta, sia in termini di ritorno d’investimento – quello per gli impianti realizzati e poi dismessi – non goduto, che in termini di perdita di competenze occupazionali e competitività, e non ultimo in termini di mancata riduzione di emissioni. Tuttavia, rispetto agli obiettivi di medio/lungo termine, finalizzati alla decarbonizzazione completa del settore energetico entro il 2050, l’Italia dispone ancora del tempo e delle risorse per riconsiderare il ricorso all’energia nucleare all’interno del proprio mix energetico. L’abbandono di questa fonte energetica sta provocando dipendenze strategiche e crisi economiche, anche peggiori di quelle sperimentate durante la prima crisi del petrolio del 1973-74, a causa di un aumentato ricorso ai combustibili fossili. E l’uso dell’energia come arma, in uno scenario geopolitico diventato instabile anche a causa della dipendenza da una sola fonte, è uno spettro troppo importante per poter essere trascurato. Di conseguenza, diversi Stati stanno rivalutando i piani di abbandono, riattivando centrali nucleari, prolungando la vita di quelle attive ed accelerando nell’iter di costruzione di nuovi impianti anche per accelerare il processo di transizione verso un sistema energetico pulito e sostenibile.

In Italia sull’energia nucleare pesa un giudizio negativo dettato da un approccio spesso ideologico e poco attento alle evidenze scientifiche, e da un atteggiamento ostile della classe politica e dei media, più inclini a cavalcare le paure della gente che a informare seriamente su questa tematica. I sondaggi, tuttavia, dimostrano che l’opinione pubblica sta maturando negli ultimi anni una posizione più possibilista nei confronti di questa tecnologia, e là dove viene dato spazio alle argomentazioni dei tecnici, il dibattito assume un tono più equilibrato e meno influenzato dagli stereotipi: ne è un esempio la polemica che sta montando attorno al recente documentario “Nuclear”, del regista Oliver Stone, presentato alcuni giorni fa alla Mostra del cinema di Venezia. I volontari di “Stand Up for Nuclear”, sotto la guida del coordinatore nazionale Pierluigi Totaro (presente anche a Trieste) si mobiliteranno quindi anche quest’anno nelle piazze di tutto il mondo; e in Italia saranno allestiti banchetti informativi a Bologna, Catania, Como, Milano, Padova, Pavia, Perugia, Pisa, Roma, Torino, Trento, Trieste, Verona e Vicenza, con maggiori informazioni su Nucleare e Ragione .

[f.f.][comunicato stampa]

spot_img

Ultime notizie

spot_img

Dello stesso autore