14.7 C
Trieste
domenica, 25 Settembre 2022

Sperona una pattuglia dei carabinieri e si dà alla fuga: arrestato

22.09.2022 – 11.20 – Arrestato dai Carabinieri dopo aver speronato una pattuglia e dandosi alla fuga. È successo il 12 settembre scorso quando una pattuglia del Nucleo Radiomobile dei Carabinieri di Trieste in servizio di perlustrazione, notava nella zona del Burlo un veicolo ad alta velocità nel senso di marcia opposto. Inizia così l’inseguimento, riuscendo a fermare la macchina a San Giacomo; tuttavia, l’uomo dopo aver atteso che i Carabinieri si avvicinassero per eseguire il controllo, ha innestato nuovamente la marcia speronando la macchina delle dei militari e investendo intenzionalmente il Carabiniere che si era avvicinato per procedere all’identificazione; il conducente è quindi ripartito ad alta velocità, dileguandosi per le vie cittadine. Tuttavia a un certo punto l’uomo ha perso il controllo e andando della macchina andando a sbattere contro un albero di via Alviano; sul mezzo sono rimaste le tre passeggere che erano con lui in macchina, allertando i soccorsi poiché una delle tre riportava lesioni gravi; l’uomo è invece scappato cercando di far perdere le proprie tracce.

Nei minuti successivi è poi giunta una chiamata al 112 in cui il proprietario dell’auto oggetto dell’inseguimento prima, e dell’incidente poi, ne denunciava il furto avvenuto la sera prima. Avviate immediatamente le indagini, coordinate dalla Dott.ssa Bacer della Procura di Trieste, anche con la collaborazione delle tre ragazze – parte lesa della vicenda in quanto trattenute contro la loro volontà, nonostante avessero intimato più volte al conducente – è stato ricostruito l’accaduto. Il prosieguo dell’attività ha portato quindi all’identificazione del conducente del veicolo, un cittadino italiano 23enne non domiciliato a Trieste.
L’Autorità Giudiziaria accolta e condivisa la ricostruzione dei fatti dei Carabinieri, ha quindi emesso una misura di custodia cautelare in carcere eseguita nella giornata di ieri. L’arrestato è stato associato alla casa circondariale di Gorizia in attesa di rispondere dei reati di tentato omicidio, sequestro di persona, lesioni personali, simulazione di reato, resistenza a pubblico ufficiale, omissione di soccorso in caso di incidente e guida senza patente con recidiva nel biennio.

 

spot_img

Ultime notizie

spot_img

Dello stesso autore