9 C
Trieste
domenica, 4 Dicembre 2022

Russo critica degrado Valmaura. Ater risponde, ‘Frustrato per sconfitta elettorale’

30.09.2022 – 11.02 – La riqualificazione delle zone periferiche di Trieste è un argomento sentito non solo dalla cittadinanza; emerso prepotentemente durante la campagna elettorale per le amministrative dello scorso anno è tema trattato da consiglio comunale, regionale, le forze di Polizia Locale e Ater Trieste stessa. Propio tra queste ultime due da qualche anno esiste un’accordo (siglato recentemente anche con l’amministrazione muggesana) per la rimozione dei veicoli abbandonati nei complessi d’edilizia popolare. Quella della rimozione dei veicoli è una questione annosa, per un triplice motivo: in primo luogo la difficoltà nel portare a termine tali operazioni, la quantità di veicoli da rimuovere e le polemiche che negli anni si sono susseguite riguardo il “merito” delle operazioni di sgombero.
I triestini che abitano nei complessi Ater con rottami e auto abbandonate ci fanno i conti da anni, al tempo stesso sono comunque tanti i veicoli che sinora sono stati a tutti gli effetti rimossi.
Il tema oggi occupa ancora le pagine di cronaca, in particolare dopo la risposta del vicepresidente del Consiglio regionale del Fvg, Francesco Russo (Pd), all’interrogazione attraverso la quale chiedeva alla Giunta regionale novità sulle risposte alla situazione di degrado del comprensorio Ater di Valmaura a Trieste.

“Oggi come diversi mesi fa le risposte date sulla situazione di Valmaura sono, nella loro onestà, le stesse. Passato diverso tempo le condizioni delle abitazioni Ater rimangono insostenibili e inaccettabili – ha detto Russo – È necessario non solo una presa d’atto ma anche uno sforzo per portare a un miglioramento di una situazione che evidentemente non si può risolvere solamente ipotizzando l’installazione di telecamere o annunciando operazioni di polizia, ma piuttosto con percorsi di integrazione sociale che sia Regione, che Comune hanno di fatto abbandonato”. Nonostante “una parte della situazione di degrado sia attribuibile a una mancanza di consapevolezza del bene pubblico”, Russo rincara la dose e definisce la situazione inaccettabile “da parte di istituzioni che devono garantire la sicurezza. Agli inquilini di Valmaura – conclude il consigliere dem – va data una risposta a partire da una garanzia di maggiori risorse per il ripristino dei caseggiati e prendendo anche atto che ormai ad anni dall’insediamento dell’attuale presidenza Ater le necessarie risposte a situazioni di emergenza come queste continuano a non arrivare”.

E la risposta non tarda ad arrivare. “Spiace constatare come l’ex senatore Russo sfoghi la frustrazione per la sconfitta elettorale del suo partito sul Presidente dell’Ater di Trieste, ben sapendo, da navigato amministratore della cosa pubblica, quanto pochi e scarsamente efficaci sono gli strumenti a disposizione dell’Azienda per contrastare la maleducazione e l’inciviltà di alcuni – ha risposto piccata Ater in una nota – Grande infatti è lo sconforto del personale addetto nel vedere come le attività di pulizia svolte vengono regolarmente vanificate da chi continua a depositare rifiuti edili e di vario tipo nei posti macchina, e poi lavatrici, frigoriferi, divani, eccetera nei portici, a lasciare le deiezioni canine e quant’altro”.
Ater fa saper che oltre alle difficoltà già illustrate gli operatori si trovano a fare i conti con “intimidazioni nei confronti degli operatori incaricati dello sgombero dei rifiuti ingombranti da parte di chi li ha là depositati, in attesa di riciclarli in qualche modo”.
Dopo diversi interventi “Valmaura è sicuramente migliore” ha sintetizzato Ater. E annuncia: “Raccogliendo alcuni suggerimenti dei residenti, si sta organizzando il miglioramento dell’illuminazione nei porticati, la sistemazione delle cassette delle lettere, la sostituzione delle pulsantiere dei citofoni dove sono state vandalizzate”. Stando a quanto ha dichiarato l’Azienda il degrado “è attribuibile a pochi incivili, che però tengono in scacco la maggioranza degli inquilini perbene di Valmaura”.

c.f

spot_img

Ultime notizie

spot_img

Dello stesso autore