10.1 C
Trieste
domenica, 4 Dicembre 2022

Porto di Trieste, Rail Cargo Austria in visita per il corridoio doganale

29.09.2022 – 07.01 – Lo sforzo di ridurre le complicazioni burocratiche tra il porto di Trieste e l’Austria è il riflesso di una collaborazione ormai a trecentosessanta in campo ferroviario, naturale evoluzione del ruolo storico-geografico di Trieste. La città si presta a questo ruolo; le frapposizioni rimangono di carattere burocratico-politico. Rientra in questa cornice l’incontro avvenuto due giorni fa a Trieste, in compagnia del gotico quadrato della Torre del Lloyd, tra i rappresentanti delle autorità doganali austriache e italiane. Una riunione di coordinamento dove si è indagato come velocizzare i collegamenti tra lo scalo giuliano e l’interporto di Furnitz. Molte le questioni di diritto doganale affrontate; tra queste il monitoraggio transfrontaliero del Corridoio doganale e il collegamento in rete digitale delle due istituzioni. I principali partner erano Adriafer, controllata dell’Authority per le manovre ferroviarie interne al porto, e Rail Cargo Austria (Fürnitz). In questo contesto i due enti hanno definito un progetto informatico per lo scambio di dati digitali in tempi rapidi, onde velocizzare le operazioni di sdoganamento.

Immancabile la visita guidata degli austriaci alle principali infrastrutture del Porto di Trieste; dalla stessa Adriafer, alla Piattaforma Logistica italo-amburghese. In questo contesto un ulteriore passo in avanti era stato compiuto qualche settimana fa con un incontro all’interporto di Villaco; nell’occasione era stato siglato un importante accordo con la Regione della Carinzia per sdoganare i container diretti in Austria direttamente nel paese e non a Trieste, con un considerevole risparmio di tempo per i portuali.

[z.s.]

spot_img
Zeno Saracino
Zeno Saracinohttps://www.triesteallnews.it
Giornalista pubblicista. Blog personale: https://zenosaracino.blogspot.com/

Ultime notizie

spot_img

Dello stesso autore