9 C
Trieste
domenica, 4 Dicembre 2022

Caffè di Trieste patrimonio Unesco? La filiera del chicco nero ci riprova

29.09.2022 – 14.41 – Trieste comunità italiana del caffè? Guardando i sacchi dal Brasile, la vasta rete di contatti con Istanbul, la tradizione dei caffè ‘lenti’ viennesi quell’aggettivo ‘italiano’ sembra adattarsi poco; eppure comunque Trieste ritenta, come avvenuto nel 2021, la candidatura del caffè espresso italiano a ‘patrimonio UNESCO’, specificatamente chiedendo che venga riconosciuto il valore del ‘caffè espresso italiano fra cultura, rito, socialità e letteratura nelle comunità emblematiche da Venezia a Napoli’.
La Commissione nazionale, di fronte al dossier del 2021, aveva preferito presentare per la candidatura UNESCO per il ciclo 2023 ‘L’arte italiana dell’opera lirica’.
In questo caso ripresentare la candidatura ha l’oggettivo vantaggio di avere già la documentazione pronta all’uso che, come avverte il presidente dell’Associazione Caffè Trieste Fabrizio Polojaz, andrà depositata il prossimo mese di marzo.
Successivamente la Commissione nazionale per l’Unesco dovrà approvare o meno la candidatura, a propria volta spedita a Parigi.
Intanto la macchina mediatica è in moto, il tam-tam della filiera caffeicola procede con iniziative e raccolte firme. Si parte già questo sabato primo ottobre con una serie di eventi nelle principali città italiane in occasione della Giornata internazionale del caffè, Trieste compresa. Presso il Caffè San Marco, alle ore 10, partirà la raccolta di firme per la sottoscrizione della ‘Carta dei valori‘: uno stimolo in più per la candidatura.
Ma sarà possibile firmare anche nei principali caffè triestini e in altri punti vendita; oltre che online, ovviamente, sul sito www.ritodelcaffe.it.
C’è poi, per Trieste, un asso nella manica, un personaggio che idealmente potrebbe giocare un ruolo fondamentale ed è il ministro triestino Stefano Patuanelli che aveva fortemente sostenuto la candidatura; e l’auspicio è che anche il nuovo ministro delle Politiche agricole faccia altrettanto.
“È un’occasione che non ci possiamo permettere di perdere – ha dichiarato ai giornali l’imprenditore Franco Bazzara – e Trieste, capitale del caffè, farà la sua parte perché la nostra città, questo territorio, è polo scientifico, è mare, è Barcolana, ma è anche caffè. E il caffè contribuirà al futuro sviluppo della città, alla sua crescita, senza scordare che il caffè contribuisce anche alla crescita turistica”.

[z.s.]

spot_img
Zeno Saracino
Zeno Saracinohttps://www.triesteallnews.it
Giornalista pubblicista. Blog personale: https://zenosaracino.blogspot.com/

Ultime notizie

spot_img

Dello stesso autore