14.7 C
Trieste
domenica, 25 Settembre 2022

Warstila, delegazione sud coreana in visita allo stabilimento giuliano

16.08.2022 – 19:50 – Nel pomeriggio di oggi, Martedì 16 Agosto 2022, una delegazione Sud Coreana dalla “DSME – Daewoo Shipbuilding & Marine Engineering”, accompagnata da dirigenti di Wartsila Italia, è giunta presso il Capoluogo Giuliano per fare una visita presso lo stabilimento Warstila di Bagnoli della Rosandra, a Trieste. Secondo le prime indiscrezioni trapelate, si è trattato di un cordiale incontro con i responsabili italiani della multinazionale finlandese specializzata nella fabbricazione di sistemi di propulsione e generazione d’energia per uso marino e centrali elettriche. I manager asiatici hanno quindi visitato gli ambienti della fabbrica prendendo atto dei vari processi produttivi  del plant di San Dorligo, dalla ricezione dell’ordine alla consegna finale della merce. Successivamente, – secondo quanto riportato dall’agenzia di stampa ANSA del Friuli Venezia Giulia in un lancio – la delegazione si è poi recata presso il Porto Nuovo dove attualmente giacciono alcuni motori destinati alla stessa DSME. Lo scorso mese, il colosso finlandese con sede centrale ad Helsinki e stabilimenti in diverse parti d’Europa e del Nord Italia aveva annunciato la volontà di voler cessare l’attività produttiva nell’impianto “ex Grandi Motori” di Trieste con conseguenti 450 esuberi. Fin da subito maestranze e sigle sindacali si sono mobilitati installando un presidio fisso e ad oltranza, (attualmente presente, ndr), dinanzi all’ingresso di Bagnoli della Rosandra 334 affinchè nulla potesse uscire dall’azienda. Negli scorsi giorni il Governatore del Friuli Venezia Giulia, Massimiliano Fedriga, aveva inviato una comunicazione ufficiale al Console generale della Repubblica di Corea, Kang Hyung-Shik, spiegando di comprendere le difficoltà che la DSME stava subendo per il ritardo nella consegna dei motori prodotti dallo stabilimento Wartsila, ma allo stesso tempo sottolineando come questa situazione fosse stata causata dalla repentina decisione della proprietà finlandese di avviare la procedura per l’immediato licenziamento di centinaia di dipendenti.

spot_img

Ultime notizie

spot_img

Dello stesso autore