14.7 C
Trieste
domenica, 25 Settembre 2022

Crisi Wärtsilä, solidarietà dai portuali di Trieste: astensione dall’imbarco dei motori

12.08.2022 – 09.05 – La protesta in atto presso la Wärtsilä di Trieste, col rebus dei motori marini destinati ai cantieri della Corea del sud fermi nel deposito, si allarga dall’entroterra al mare: i portuali di Trieste hanno infatti dichiarato la propria solidarietà nei confronti dei lavoratori della Wärtsilä e procederanno con un’astensione volontaria nei confronti di ogni operazione di carico/scarico che coinvolga materiale del colosso finlandese. Il riferimento sotteso è ai motori marini in questione che Wärtsilä necessita di caricare su nave tramite il canale navigabile, con l’utilizzo del personale portuale triestino.
Le intenzioni sono state annunciate con una lettera indirizzata al Prefetto e al presidente dell’Autorità di Sistema Portuale, firmata da Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti e UGL; successivamente si sono aggiunti Usb Mare e Porti Trieste ed Rsu Usb di Interporto spa.

“Viste l’attuale evoluzione della vicenda “Wärtsilä” – riporta la lettera – che intende recapitare i motori custoditi presso i magazzini triestini, le scriventi OO.SS. dichiarano lo stato di agitazione del personale operante presso il porto di Trieste a sostegno della vertenza e in segno di solidarietà dei lavoratori che rischiano il posto di lavoro. Si dichiara, pertanto, che già a partire dallo stato di agitazione, potrà essere attuata l’astensione volontaria da parte operatori portuali di tutte le operazioni riguardanti l’azienda “Wärtsilä” quali ad esempio l’imbarco di motori ed il rizzaggio degli stessi a bordo delle navi, oltre che ogni operazione portuale riguardante l’azienda in questione fino alla soluzione della vertenza”.

[z.s.]

spot_img
Avatar
Zeno Saracinohttps://www.triesteallnews.it
Giornalista pubblicista. Blog personale: https://zenosaracino.blogspot.com/

Ultime notizie

spot_img

Dello stesso autore