10.4 C
Trieste
venerdì, 9 Dicembre 2022

Pordenone “libera” per Stefano Puzzer, il Tar annulla il foglio di via

13.07.2022 – 11.47 – Pordenone ridiventa una città accessibile per Stefano Puzzer, ex sindacalista, ex portuale, ex leader di spicco del movimento No Green Pass a Trieste nel “caldo” autunno 2021 e successivamente fondatore del movimento Gente come Noi, all’apice delle proteste contro il lasciapassare verde. Il Tar ha infatti annullato il foglio di via per tre anni relativamente a Pordenone ordinato a Puzzer lo scorso anno dal questore Marco Odorisio. Puzzer aveva infatti partecipato a un presidio non autorizzato volto a protestare le presunte discriminazioni contro il personale sanitario non vaccinato dell’Ospedale Santa Maria degli Angeli. La protesta, per la quale non erano stati richiesti i permessi, era iniziata alle ore 9 del giorno 15 dicembre 2021; Puzzer però era giunto quando si andava concludendo, cioè alle ore 12.30. Il foglio di via aveva giustificato la misura, affermando che il soggetto era pericoloso, con “tendenza a delinquere”; e riferendosi quali misure precedenti al foglio di via da Roma. Secondo quest’ultimo Puzzer “favorisce e incentiva le tensioni sociali” durante gli eventi No Green Pass. Il Tar ha invece annullato la misura, ritenendola sproporzionata soprattutto nella durata dei tre anni; inoltre non c’era modo di dimostrare da parte di Puzzer una “consolidata propensione alla commissione di reati”, specie considerando come anche il foglio di via di Roma fosse stato successivamente annullato. Inoltre non era certo stato Puzzer ad organizzare il presidio pordenonese.
Secondo quanto riportato da Il Piccolo, ora sarà il Ministero dell’Interno a pagare le spese di lite che ammontano a 1.500 euro.

[z.s.]

spot_img
Zeno Saracino
Zeno Saracinohttps://www.triesteallnews.it
Giornalista pubblicista. Blog personale: https://zenosaracino.blogspot.com/

Ultime notizie

spot_img

Dello stesso autore