10.4 C
Trieste
venerdì, 9 Dicembre 2022

Bagno Ferroviario, docce sotto sequestro: c’è lo scarico a mare

28.07.2022 – 07.30 – Querelle estiva tra la Capitaneria di Porto e i gestori dello storico Bagno ferroviario di Trieste: le docce infatti dello stabilimento sono stare poste sotto sequestro, perchè non rientrano nella normativa che regola l’utilizzo di queste strutture.
Specificatamente il Bagno ferroviario non ha mai domandato, per le docce in questione, l’autorizzazione allo scarico a mare tramite cui vi sarebbe un potenziale rischio di inquinamento marino.
È solo la Capitaneria a frapporsi, in quanto ASUGI e Regione FVG avevano entrambi autorizzato il Bagno; come d’altronde ogni anno.
La Capitaneria ha tuttavia osservato che le docce dello stabilimenti hanno scarichi che non sono mai stati autorizzati, come invece sarebbe previsto dal Piano di tutela delle acque regionali. Specificatamente ci si riferisce a uno “scarico collettato senza soluzione di continuità che recapita in mare“. Trattandosi di scarichi che riversano le sostanze direttamente tra le onde, vi sarebbe il rischio di una contaminazione del mare.
I legali del Bagno controbattono invece che non vi può essere inquinamento di sorta, perchè l’uso dei saponi viene già normalmente vietato e pertanto ci si limita a un utilizzo dell’acqua dolce per scrostare il sale. In ogni caso le vecchie docce rimarranno allo stadio attuale chiuse; d’altronde in molte città, a causa della siccità, sono state da tempo disattivate.

[z.s.]

spot_img
Zeno Saracino
Zeno Saracinohttps://www.triesteallnews.it
Giornalista pubblicista. Blog personale: https://zenosaracino.blogspot.com/

Ultime notizie

spot_img

Dello stesso autore