26.3 C
Trieste
domenica, 7 Agosto 2022

Thomas e Alessio, una storia triestina: la storica Ferramenta di Via Ginnastica si amplia

08.06.2022 – 08.00 – Può essere definita a tutti gli effetti un’attività storica: ma non bisogna farsi ingannare; è una storicità che non cela, come si può credere, una sorta di staticità, tutt’altro: si tratta di un’attività che ha fatto del rinnovamento e del Lifelong learning un timbro di qualità, per rimanere sempre al passo con i tempi, rispondendo puntualmente alle necessità dei clienti. Questo il cavallo di battaglia della Ferramenta Trieste SNC, che ha portato i fratelli Versa, Thomas e Alessio, a crescere ancora, ma questa volta in termini effettivi di spazio: la Ferramenta sita in Via Ginnastica 16/a, presa in gestione da papà Branko nel 1989, si è ampliata, andando controtendenza rispetto ai duri tempi di crisi segnati dall’emergenza pandemica degli ultimi anni.

Ferramenta TriesteCome nasce la Ferramenta?

“La ferramenta nasce nel 1964 e, a partire dal 1989, viene presa in gestione da mio papà, che aveva già lavorato in passato in negozi di chiavi e serrature. Decide così di avviare la sua attività, con l’aiuto fin da subito di mia sorella e poco dopo di mio fratello e, in seguito, mio. Io sono entrato in società nel 2009 dopo aver terminato gli studi; nel 2011 mio papà è venuto a mancare e siamo rimasti io e mio fratello. Abbiamo iniziato fin da subito un percorso di rinnovamento del negozio, per rimanere soprattutto al passo con i tempi che imponevano una sempre maggiore diversificazione e specificità, nonché un cambio in ambito tecnologico: un rinnovamento che si è fatto sentire su tutti i tipi di articoli, dai macchinari, agli utensili, fino alla gestione vera e propria della attività. Questo è per giunta il secondo ampliamento del negozio che facciamo, il primo è stato ad inizio anni duemila”.

Quanto sono durati i lavori di ampliamento? 

“Un po’ più del previsto, considerando che abbiamo acquistato la parte nuova del locale poco prima della pandemia. Però non ci siamo fatti demoralizzare e abbiamo sfruttato il tempo utile per fare da soli la maggior parte dei lavori (facile direte voi, con una ferramenta a disposizione!). In compenso siamo riusciti a completare il restauro senza mai dover chiudere il negozio, con grande soddisfazione personale, nonché un bel risparmio”.

Una mossa controtendenza rispetto ai tempi…Ferramenta Trieste

“Decisamente. Si dice che nei momenti di crisi bisogna sempre investire.. Speriamo che ci porti bene! Fortuna vuole che nei periodi in cui c’erano maggiori restrizioni potevamo comunque lavorare, ovviamente non allo stesso regime, ma era almeno qualcosa. Nei periodi di lockdown abbiamo registrato un sensibile calo, come tutti quanti: si parla di una discesa che si attesta attorno al trenta-quaranta percento; ma almeno siamo potuti rimanere aperti. Dopodiché, con l’allentamento delle misure, abbiamo avuto un quasi ritorno alla ‘normalità’ di lavoro. Adesso invece ci aspettiamo una crescita grazie al fatto che abbiamo più del doppio degli articoli. Puntiamo ad avere sempre disponibile ciò che il cliente cerca”.

E il boom di bricolage verificatosi nel corso del lockdown, dove per forza di cose si doveva rimanere a casa, ha portato qualche cliente?

“Sì, In quel periodo sono state vendute tantissime vernici e tutti i materiali per i classici lavoretti di casa. Siamo stati anche bravi nel riuscire a trovare la merce necessaria, perché c’era carenza di materiali e trasporti. Quindi da una parte c’è stato quell’aumento, anche se purtroppo dall’altra si è verificato un calo su tutto il resto”.

Ferramenta TriesteDopo l’ampliamento avete ricevuto un feedback dai vostri clienti più affezionati? 

“Sì, in molti non se l’aspettavano. All’inizio, non avendo potuto fare una festa d’inaugurazione, molte persone entravano nel negozio e si chiedevano se fossero nella ferramenta giusta. Per chiunque passi per di qua, confermo: siete nel posto giusto, siamo sempre noi”.

Parlavi prima dell’ammodernamento del lavoro che avete fatto nel corso degli anni, com’è cambiato questo settore nel tempo?

“Diciamo che è molto aumentata la varietà degli articoli, è tutto molto più approfondito e dettagliato. È anche difficile trovare i ricambi, a volte ci vuole fantasia. Il nostro ruolo è dare un’assistenza sia al privato sia al professionista e, in questi casi, più si va in profondità più bisogna aggiornarsi e crescere costantemente. Noi siamo da sempre specializzati in serrature chiavi e radiocomandi, un reparto costantemente in trasformazione ed aggiornamento. Ci capita di riparare serrature di 100 anni fa ma anche di installare sistemi ad apertura elettronica via bluetooth. Per tutto questo non c’è nessuna scuola, sono tutte abilità acquistato sul campo. Impariamo cose nuove ogni giorno da 33 anni!”.

[c.c]

spot_img

Ultime notizie

spot_img

Dello stesso autore