30.6 C
Trieste
lunedì, 27 Giugno 2022

Rimozione mezzi abbandonati, Muggia firma l’accordo con Ater

18.06.2022 – 08.30 – L’annosa questione dei mezzi abbandonati nel complessi Ater è un problema che non affligge la sola Trieste. Il presidente Riccardo Novacco e il sindaco di Muggia Paolo Polidori hanno firmato un protocollo per la rimozione dei mezzi abbandonati nei parcheggi e negli spazi di proprietà di Ater a Muggia. Come per il capoluogo giuliano anche la cittadina rivierasca affiderà la logistica delle operazioni alla Polizia Locale. L’accordo originario, quello tra Ater e comune di Trieste, risale al 2020: l’obiettivo è sempre quello di eliminare tutti i veicoli non più circolanti, fermi da tempo o ridotti a rottami, che si trovano in sosta nei parcheggi o nelle aree di pertinenza di Ater. E l’ambiente ci guadagna. Ma l’accordo va anche nella direzione di assicurare un decoro urbano nei comprensori Ater e di liberare spazi che potranno essere utilizzati da altri inquilini.

Il presidente Ater: “Siamo in una fase preventiva – spiega Novacco – in cui annunciamo il protocollo ai cittadini di Muggia e diamo la possibilità alle persone, come fatto a Trieste, di provvedere con la rimozione autonoma del proprio mezzo, se sono consapevoli si trovi in uno spazio Ater e in una situazione di abbandono. I controlli che verranno eseguiti certificheranno poi se ci sono criticità e, dopo le opportune verifiche, si procederà con l’eventuale verbale e la rimozione”.
Il fenomeno registrato a Muggia non raggiunge neppure lontanamente la realtà dei complessi triestini: le rimozioni hanno consentito di ridurre, se non risolvere, diverse situazioni di degrado che si protraevano, in alcuni casi, da un ventennio. Stando a quanto comunica l’Ater sono un centinaio le rimozioni portate a termine.

Anche se per Muggia non si parla di un fenomeno di queste dimensioni, secondo il sindaco Paolo Polidori, “è un accordo importante, mai avviato prima in città, che rappresenta anche un deterrente. Abbiamo già segnalazioni per alcuni mezzi abbandonati, che nelle prossime settimane verificheremo. Ringrazio la Polizia locale, che sarà fondamentale nell’attività di controllo e nei vari passi successivi previsti dal protocollo”.

mb.r

spot_img

Ultime notizie

Dello stesso autore