22.1 C
Trieste
martedì, 5 Luglio 2022

Porto Vecchio, al vaglio una (futura) apertura al pubblico del Lazzaretto

17.06.2022 – 09.55 – La Trieste teresiana come la Trieste romana? Il Comune sembra propenso, nell’ambito dei ritrovamenti archeologici nella zona antistante il Magazzino 26 del Porto Vecchio, a trasformare in un’area visibile per i cittadini il rinvenimento del settecentesco Lazzaretto Nuovo. Il ritrovamento archeologico, avvenuto in concomitanza con il disseppellimento delle strutture idrauliche ottocentesche del torrente Martesin, consiste in un tracciato del molo teresiano, completo di bitta settecentesca perfettamente conservata; e delle fondamenta di una serie di edifici ausiliari del Lazzaretto, tra cui le basi per la batteria dei cannoni. La parte rinvenuta del Lazzaretto è proprio quella dove le navi infette venivano poste in quarantena, onde spurgare il colera e gli altri morbi contratti specie nelle navigazioni nelle aree balcaniche, greche e medio orientali. Gli scavi archeologici, affidati all’impresa Archeotest, sono stati descritti come un’assoluta sorpresa; eppure i testi specialistici nell’ambito già negli anni Novanta ricordavano la presenza, nell’area portuale, di ingenti opere idrauliche stratificatesi nei secoli.
Se l’assessore alla Cultura Giorgio Rossi sarebbe propenso a tenere coperto il ritrovamento, onde non intralciare la futura viabilità, l’assessore ai Lavori pubblici Elisa Lodi ha dichiarato per Il Piccolo di essere favorevole a conservare visibile il manufatto: dopotutto una larga parte del molo rinvenuto è posizionato nella zona pedonale attigua al futuro Museo del Mare, e lo stesso vicino Parco Lineare migliorerebbe la propria attrattiva con un’area archeologica inseribile facilmente nei percorsi turistici e scolastici.
La soprintendente ai Beni culturali Simonetta Bonomi a propria volta è favorevole a mantenere visibile il ritrovamento; e nuovamente il pensiero corre ai tanti centri urbani dove le antichità greco-romane o medievali sono percorribili tramite una protezione trasparente. Intanto, onde proseguire coi lavori, la zona viene nuovamente coperta; poi, si vedrà.

Foto di Italia Nostra

 

 

 

 

 

 

 

[z.s.]

spot_img
Avatar
Zeno Saracinohttps://www.triesteallnews.it
Giornalista pubblicista. Blog personale: https://zenosaracino.blogspot.com/

Ultime notizie

Dello stesso autore