30.9 C
Trieste
lunedì, 15 Agosto 2022

Minacce no vax al vicegovernatore. Riccardi non perdona: quattro indagati

29.06.2022 – 11.06 – Un vero e proprio bombing da parte di profili fake appartenenti a un gruppo dichiaratamente no vax, che si distingueva con il simbolo della doppia “V”. Hacking durante una seduta del consiglio comunale, imbrattamento di edifici scolastici, minacce. Anche il vicegovernatore Riccardo Riccardi era rimasto vittima di diversi flame che lo scorso novembre avevano letteralmente intasato i suoi canali social. Post dal contenuto denigratorio, in aperto contrasto con la campagna vaccinale e, soprattutto, intimidazioni. Riccardi si era rivolto alla Questura di Trieste e ne aveva dato notizia con un tweet. La Polizia di Stato ha quindi indagato per reati di diffamazione e danneggiamento di informazioni, dati e programmi informatici quattro donne italiane di età compresa fra i 40 e i 60 anni, tutte residenti fuori regione.
La quantità dei commenti ricevuti dall’assessore era stata confermata anche dalla segreteria del vicepresidente, che si occupa della gestione dei canali di comunicazione del politico. È stata così coinvolta la Digos che dopo le analisi di rito sul materiale fornito da Riccardi ha individuato due tipologie di post: questi venivano inviati in maniera sistematica, ripetitiva compromettendone i canali social.
L’attività di indagine ha permesso di risalire all’identità dei titolari dei profili da cui erano partiti i commenti diffamatori: una scrupolosa analisi tecnica che ha confermato che i profili in questione fossero fittizi, tant’è che poi sono stati eliminati dalla piattaforma dagli stessi user. Partendo dalle poche tracce lasciate, le autorità hanno ricercato ulteriori spunti investigativi, ottenuti con decine di verbalizzazioni testimoniali, alcune delle quali realizzate con la collaborazione di altre Digos. Una lunga indagine, coordinata dal sostituto procuratore Cristina Bacer. Gli autori sono stati denunciati.
Assieme al vicegovernatore anche il presidente della regione, Massimiliano Fedriga, era rimasto vittima di simili attacchi.

b.b

spot_img

Ultime notizie

spot_img

Dello stesso autore