26.8 C
Trieste
mercoledì, 10 Agosto 2022

Croazia, dal 1 gennaio 2023 ingresso nella zona Euro. Più una formalità che una rivoluzione

02.06.2022 – 15.37 – La Commissione Europea ha fornito il suo nulla osta all’ingresso della Croazia nella zona euro a partire dal primo gennaio 2023: è il ventunesimo paese dell’Unione Europea ad adottare la moneta unica.
La valutazione di Bruxelles afferma che la Croazia “soddisfa i quattro criteri di convergenza nominale e la sua legislazione è pienamente compatibile con i requisiti del Trattato e dello Statuto del Sistema europeo delle banche centrali/Bce”.
Sebbene sotto il profilo formale l’adesione non fosse mai stata realmente messa in dubbio, si erano levate negli anni precedenti diverse voci che criticavano gli abusi della polizia croata a danno dei migranti durante la Rotta Balcanica; voci di protesta che ne accusavano l’incompatibilità con l’UE.
Guardando invece alla scena politica locale, l’adesione all’euro era stata criticata dai sovranisti croati che avevano dato il via a una massiccia raccolta firme per chiedere un referendum popolare. Obiettivo fallito lo scorso novembre 2021, ma con un ristretto margine: erano state raccolte 334mila firme su 368, con 34mila mancanti.
“Non ci siamo riusciti, ma vogliamo ringraziare tutti coloro che ci hanno appoggiato in questa battaglia”, avevano dichiarato i Sovranisti croati, affermando che “la Croazia non è pronta per adottare l’euro”.
Ma è davvero così? In realtà la Croazia è integrata da anni nelle strutture dell’UE: tutte le transazioni di medio e alto profilo, come ad esempio l’acquisto di una casa, avvengono con la moneta europea; e il mondo finanziario-assicurativo le kune le utilizza solo dal tabaccaio di quartiere. Si tratta pertanto di un passaggio formale, meno rivoluzionario di quanto venga presentato: sebbene le conseguenze sui piccoli esercenti e i liberi professionisti potrebbero rivelarsi comunque pesanti. Sarà in tal senso interessante comprendere come la Croazia affronterà, dal 1 gennaio 2023, l’inflazione della zona euro; e se l’adozione della moneta unica introdurrà un flusso migratorio di piccole aziende e professionisti del digitale che si trasferiranno nel paese avvantaggiandosi dei bassi prezzi, come similmente avvenuto con la Slovenia e la Slovacchia.

[z.s.]

spot_img
Avatar
Zeno Saracinohttps://www.triesteallnews.it
Giornalista pubblicista. Blog personale: https://zenosaracino.blogspot.com/

Ultime notizie

spot_img

Dello stesso autore