8.3 C
Trieste
sabato, 3 Dicembre 2022

Crisi Triestina, Cecco (ProgFVG): “Che ne sarà del Ferrini?”

17.06.2022 – 19.00 | La possibile scomparsa dal mondo del professionismo del calcio triestino è una minaccia da evitare, ma quello sportivo non è l’unico aspetto preoccupante della crisi societaria della Triestina. “Preoccupa la crisi dell’Unione – fa infatti sapere il coordinatore provinciale di Progetto FVG, nonché coordinatore dei consiglieri circoscrizionali della Lista Dipiazza, Giorgio Cecco – anche per la situazione del campo Ferrini. Già alcuni mesi fa – ricorda Cecco – è stata approvata una mozione in merito durante una seduta congiunta tra la Quinta e la Settima Circoscrizione, presentata da me, Laura Palutan, Francesco Tremul e Monica Fabris, tutto ciò considerato che il progetto sarebbe dovuto andare in gara già nel 2020, un project financing a iniziativa privata con la Triestina Calcio, sospeso anche per l’avvento della pandemia, che ha portato ad una revisione delle tempistiche e che l’Amministrazione Comunale ha nel frattempo comunque ottemperato alle pratiche di sua competenza, quindi con il documento abbiamo voluto sollecitare l’intervento e nel frattempo una messa urgente in sicurezza.”.

“Ci siamo confrontati in questi giorni – prosegue Cecco – con l’Assessore De Blasio, il quale si sta attivando in tal senso, anche in considerazione dei recenti sviluppi che stanno interessando la società sportiva e della situazione di degrado in cui versa l’area, quindi stiamo organizzando, con lo stesso, un sopralluogo di verifica dello stato attuale, a questo punto in modo da accellerare almeno un primo intervento di sicurezza per contenere gli atti di vandalismo e gli accessi non autorizzati.”. Per Cecco, la speranza è comunque quella di una pronta risoluzione della vicenda:” L’auspicio in generale è che in ogni caso si risolva la questione presto, vista l’importanza del campo sportivo per la rivalutazione della zona e il fabbisogno di luoghi a scopo ludico, ricreativo e comunque, considerato che ad oggi l’area esterna del campo di calcio, con relativi spogliatoi, è sprovvista di adeguata rete di recinzione (aperta in più punti) e d’illuminazione notturna, pertanto facile meta di atti vandalici, non sporadici, seguiti da molte segnalazioni da parte dei cittadini che vivono nella zona, è importante intervenire subito con il ripristino della suddetta recinzione e un’idonea illuminazione ai fini della sicurezza della struttura e delle zone limitrofe.” conclude Cecco.
[c.s.]

spot_img

Ultime notizie

spot_img

Dello stesso autore