30.9 C
Trieste
lunedì, 15 Agosto 2022

Cambiamento climatico e migrazioni: OGS guarda al mare del futuro

30.06.2022 – 10.23 – Cambiamento climatico e migrazioni sono al centro dell’evento che si svolgerà sabato 2 luglio alle 18 presso l’aula magna dell’Università di Trieste in via Montfort 3 dal titolo “Climate, Hunger, Conflicts, migrations: turning four problems into a solution” (Clima, Fame, Conflitti, Migrazioni: trasformare quattro problemi in una soluzione). L’evento dà il via al progetto CREATE, promosso dall’Istituto Nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale – OGS e co-finanziato dall’Iniziativa Centro Europea (CEI) che punta ad accrescere la consapevolezza sul ruolo del cambiamento climatico nelle migrazioni e sulla diplomazia Scientifica come strumento per trovare soluzioni condivise. Al workshop parteciperà in presenza il Vice Segretario dell’Unione per il Mediterraneo (UfM) Grammenos Mastrojeni.
“L’appuntamento si inserisce nella cornice di Blue Skills, l’iniziativa promossa dall’OGS con finanziamento del Ministero dell’Università e della Ricerca – MUR che fa parte delle strategie europee e internazionali sull’Economia blu sostenibile” spiega Mounir Ghribi, direttore della Cooperazione Internazionale e Promozione della Ricerca dell’OGS, precisando che “l’obiettivo è quello di formare una nuova generazione di professioniste e professionisti capaci di affrontare le sfide climatiche, economiche e ambientali attraverso la creazione e la gestione di una piattaforma di conoscenze e competenze sull’Economia blu, offrendo opportunità di formazione qualificata”.

Tra le iniziative di alta formazione c’è anche la Summer School, un corso intensivo che si svolge a Trieste dedicato a giovani ricercatori e professionisti dei settori “blu”. L’edizione 2022 della Summer School organizzata dall’Istituto Nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale – OGS in collaborazione con la Copernicus Academy si svolgerà presso la sede dell’OGS in Via Beirut dal 4 all’8 luglio e si concentrerà su Copernicus Marine Service – parte del programma Copernicus dell’UE che monitora e fornisce informazioni sullo stato fisico e biogeochimico degli oceani e del ghiaccio marino per l’oceano globale e per i mari regionali europei – come strumento di supporto per promuovere l’Economia Blu Sostenibile e sui temi legati all’utilizzo dei dati e dei servizi Copernicus, riunendo partecipanti provenienti da Paesi Euro-Mediterranei e Stati membri dell’Iniziativa Centro Europea (CEI). Quest’anno sono stati selezionati 25 studenti da Albania, Croazia, Egitto, Grecia, Germania, Italia, Marocco, Libia e Tunisia.

[z.s.]

spot_img

Ultime notizie

spot_img

Dello stesso autore