19.5 C
Trieste
lunedì, 15 Agosto 2022

Biciclette, l’Italia è il primo produttore europeo. Cresce l’interesse per la “Smart Mobility”

05.06.2022 – 09:00 – Con oltre 3,2 milioni di esemplari prodotti nel corso del 2021, l’Italia si è aggiudicata il titolo di primo produttore di biciclette in Europa, diventando a sua volta paese trainante della smart mobility. Biciclette tradizionali, certo, ma anche moderne E-Bike (l’11% della produzione), che hanno permesso a diverse case produttrici italiane di riportare la produzione integralmente nel nostro Paese, aumentando così anche il fatturato delle aziende dell’indotto. Un settore quello dei cicli italiani dal valore di oltre un miliardo e mezzo di euro caratterizzato da un alto tasso di innovazione grazie a storici marchi come Bianchi, Legnano, Wilier Triestina, Colnago, Bottecchia, Pinarello, solo per citarne alcuni dei più noti. La notizia è emersa nel corso della seconda edizione della ricerca “Ecosistema della Bicicletta”, realizzata da Banca Ifis per fotografare l’andamento e le prospettive di un settore protagonista della transizione sostenibile. Lo studio è stato presentato nell’ambito dell’”Italian Green RoadAward – Oscar del Cicloturismo Italiano”. L’Italia, con questi numeri, è leader del mercato del Vecchio Continente con il 21% della produzione totale, seguita da Germania e Portogallo. Se il trend dovesse continuare a seguire la rotta intrapresa, il fatturato delle aziende italiane alla fine del 2023 potrebbe toccare la storica cifra degli 1,8 miliardi di euro, facendo diventare il settore della bicicletta uno dei settori industriali più floridi dell’era post pandemia.

 

spot_img

Ultime notizie

spot_img

Dello stesso autore