18.7 C
Trieste
giovedì, 26 Maggio 2022

Trieste Spring Run, Eyob Faniel e Lehonkova vincono la 21k

08.05.2022 – Si è svolta oggi, domenica 8 maggio, la ventiseiesima edizione della Trieste Spring Run, la corsa di 21 chilometri (evento Fidal Bronze) organizzata dalla Trieste Atletica e dalla APD Miramar, che ha visto gli atleti partire da Aurisina e arrivare sulle Rive a Trieste, attraversando la strada provinciale che conduce a Sistiana e la Strada Costiera, in un paesaggio che vedeva, da una parte, il Golfo di Trieste e dall’altra le suggestive rocce del Carso che scendono a picco verso il mare. A vincere, tra gli uomini, è stato il protagonista più atteso, Eyob Faniel, mentre tra le donne si è registrato il successo a sorpresa dell’ucraina Lehonkova. Nella gara maschile, Eyob Faniel è entrato subito nel gruppetto di tre corridori in fuga, formato anche dal kenyano Njeru e da Shafar, ucraino. Quest’ultimo è stato il primo a perdere contatto con gli altri due battistrada. Poi, al quindicesimo chilometro, anche Njeru si è sfilato dall’azzurro, che è così giunto in solitaria al traguardo vincendo la corsa. Tra le donne, invece, Lehonkova inizia la corsa andando in fuga con la favorita della vigilia, la kenyana Naijiha, che però, a circa dieci chilometri dalla partenza, è stata sopravanzata dall’ucraina, giunta al traguardo con 26″ di vantaggio.

“Mi è piaciuto quasi tutto della gara – ha commentato a fine gara il vincitore della gara maschile – dal percorso veloce che guarda al mare, al pubblico molto partecipe, all’arrivo in centro. L’unica cosa che non ho amato è il vento, che negli ultimi chilometri si è fatto sentire parecchio.”. Eyob Faniel ha quindi commentato l’andamento della corsa: “La gara? Peter mi ha fatto da pacer e dopo quindici chilometri si è fermato e sono andato avanti da solo. L’allenatore mi aveva detto di correre a sensazione ed è ciò che ho fatto. Sono molto soddisfatto di com’è andata.”. Per il primatista italiano della maratona, quella di oggi era una gara decisamente importante anche dal punto di vista di ciò che essa significava per lui: “È la gara della ripresa; dovevo essere a Boston tre settimane fa, purtroppo per un piccolo infortunio non sono riuscito a partecipare, ma ci sono appuntamenti più importanti ad attendermi.”. Anche la vincitrice della gara femminile, Lehonkova, ha rilasciato qualche parola alla fine della corsa, dimostrando apprezzamento per il tracciato: “La gara è molto bella e la temperatura mite mi ha consentito di esprimermi al meglio. Stupendo il percorso con la strada a picco sul mare.”. Anche Lehonkova, come Eyob Faniel, ha trovato come unica pecca il forte vento, che non le ha impedito però di godersi la gara e alla fine vincerla: “Peccato solo per il vento che ha soffiato forte nella seconda metà gara, anche se in realtà forse mi ha permesso di sorpassare Catherine che poi è giunta seconda.”.

“Un ringraziamento per lo sforzo organizzativo di Miramar e Trieste Atletica, per avere riportato la mezza maratona a Trieste.” sono invece le parole della vice sindaco di Trieste, Serena Tonel. “Grazie all’organizzazione – ha proseguito – e a tutti coloro che hanno partecipato e hanno contributo a rendere così vivace questo fine settimana, dando così un’immagine di entusiasmo e di festa.”. Hanno infine parlato anche i presidenti delle due società organizzatrici. “L’organizzazione è andata bene, il meteo ha tenuto e il prossimo anno faremo ancora meglio. I top runners c’erano, una gara di livello. E la Family Run è stata un successo, con tantissimi partecipanti e la musica a tenere loro compagnia.” ha dichiarato il presidente della Miramar, Giampaolo Petrini, mentre il presidente della Trieste Atletica Alessio Lilli ha commentato: “Bellissima manifestazione, ancora più bella dell’anno precedente, perché finalmente oltre alla 21K abbiamo riportato la corsa non competitiva di 7 km. Grande partecipazione, è stato davvero emozionante vedere tantissime persone riprendersi la strada dal Castello di Miramare fino a Ponterosso.”.
[E.R.]

spot_img

Ultime notizie

Dello stesso autore