16.8 C
Trieste
sabato, 13 Agosto 2022

Trieste, scontri 1 Maggio. Questore Ostuni: “Al vaglio le immagini della Scientifica”

02.05.2022 – 12:50 – Nella mattinata di ieri, a Trieste, nell’ambito del corteo e delle manifestazioni organizzate per celebrare il Primo Maggio non sono mancati parapiglia ed episodi di violenza, dove a più riprese, nel corso della sfilata alla quale hanno preso parte circa 3000 persone, gli esponenti del variegato universo “No Vax” e “No Green Pass”, hanno contestato le sigle sindacali inveendo contro sindacalisti e simaptizzanti delle diverse sigle presenti in loco. Soltanto l’intervento delle Forze dell’Ordine ha evitato che la situazione degenerasse tenendo separati i gruppi, anche se, poco dopo, si sono verificati scontri proprio tra “No Green Pass” e Polizia. Il corteo è quindi sfilato in centro senza problemi ma, una volta giunto al termine presso la centralissima Piazza Unità d’Italia, dove da un palco si sono svolti i discorsi dei sindacalisti, i due gruppi sono di nuovo venuti a contatto e ci sono stati scontri con calci e pugni. Fortunatamente, quanto verificatosi a Trieste non ha prodotto nè feriti nè particolari conseguenze. Un improvviso acquazzone poi si è poi abbattuto sulla città disperdendo tutti i partecipanti. Il bilancio triestino alla fine della mattinata è di venti manifestanti segnalati all’Autorità Giudiziaria dei quali almeno due rischiano di essere denunciati. Molti di essi già noti alla Questura di Trieste per i fatti di cronaca avvenuti lo scorso autunno presso il Varco 4 del Porto di Trieste. Ad ogni modo, tali episodi, non sono passati inosservati al neo eletto Questore del Capoluogo Giuliano, Pietro Ostuni, il quale all’agenzia di stampa ANSA FVG, ha dicharato di essere “particolarmente intransigente” su episodi del genere. “Faremo il nostro dovere. Stiamo vagliando tutte le immagini che abbiamo sviluppato ieri con la Polizia Scientifica e vaglieremo ogni singola posizione”. Così Ostuni, questa mattina, a margine di una cerimonia. “Laddove ci sono estremi di reato – ha assicurato – non esiteremo ad informare l’autorità giudiziaria. Ci sono anche possibilità di alcune misure di tipo amministrativo che vaglieremo. Queste cose – ha concluso il Questore – non si possono tollerare”.

spot_img

Ultime notizie

spot_img

Dello stesso autore