12.3 C
Trieste
venerdì, 9 Dicembre 2022

Salute, Bordin (Lega): “Definiti strumenti formazione su disostruzione vie aeree bambini”

18.05.2022 – 17.30 | “La Giunta regionale ha definito gli strumenti e le azioni atte a realizzare la formazione in materia di disostruzione delle vie aeree in età pediatrica e di rianimazione cardiopolmonare. Saranno attivati corsi di formazione da parte di enti accreditati provider ECM che si avvalgono di istruttori certificati, anche per l’apprendimento dell’utilizzo del defibrillatore automatico nel bambino e nel lattante, destinati alla formazione in particolare degli appartenenti del settore educativo e dell’istruzione”. Lo spiega in una nota il capogruppo della Lega in Consiglio regionale, Mauro Bordin, primo firmatario della proposta di legge approvata dal Consiglio regionale, volta a diffondere le tecniche salvavita per eseguire correttamente le manovre di disostruzione delle vie aeree in ambito pediatrico con rianimazione cardiopolmonare e degli elementi di primo soccorso, mediante la programmazione e lo svolgimento di percorsi formativi, aggiungendo che “sarà predisposta una campagna informativa preventiva sia all’interno che all’esterno delle strutture e dei servizi del sistema scolastico regionale”.

Bordin ricorda che “ogni anno in Italia circa 50 bambini muoiono per ostruzione delle vie aeree a causa di un mancato pronto intervento. I cittadini spesso non sono preparati di fronte a queste emergenze, nonostante si stimi che un pronto e immediato intervento permetterebbe di salvare quasi il cento per cento delle vite. La Regione sarà quindi protagonista di una serie di iniziative che promuoveranno la conoscenza delle tecniche salvavita soprattutto in ambienti scolastici, da parte di personale docente e non docente e dei familiari. Inoltre –prosegue l’esponente della Lega- la promozione della conoscenza delle tecniche salvavita rientrerà tra gli obiettivi dei consultori familiari e rappresenterà una premialità nei bandi che prevedono l’erogazione di contributi a favore delle scuole dell’infanzia non statali. L’immediata e corretta esecuzione delle manovre per liberare le vie aeree da cibo o corpi estranei, da parte di genitori, operatori scolastici o anche semplici cittadini, può risultare determinante – conclude Bordin – per salvare la vita alle vittime di questi incidenti.”.
[c.s.]

spot_img

Ultime notizie

spot_img

Dello stesso autore