22.1 C
Trieste
martedì, 5 Luglio 2022

Salone del Libro di Torino al via. FVG in vetrina è ospite d’onore

19.05.2022 – 09.12 – Non solo territorio di confine e ingresso verso l’Europa dell’Est che nel tempo ha fatto della sua peculiarità geografica un valore aggiunto anche in rapporto al suo patrimonio culturale e letterario ma anche la regione italiana nella quale si legge di più. A dimostrarlo le 250 biblioteche e i numerosi eventi culturali dedicati al libro e alla lettura. Il Friuli Venezia Giulia è stato quindi scelto come ospite d’onore della 34sima edizione del Salone del Libro di Torino. Dalla tarda mattinata di oggi a lunedì 23 maggio, infatti, saranno 57 gli appuntamenti – ideati in sinergia con Fondazione Pordenonelegge – che si articoleranno in un percorso fra le sale istituzionali del Lingotto e lo stand della Regione Friuli Venezia Giulia; i 150 protagonisti diventeranno, invece, storyteller delle iniziative e suggestioni culturali, dei progetti, delle prerogative e dei tratti distintivi di una regione che ha fatto della sua cultura un volano per lo sviluppo del territorio.

“Nel 2022 che cerca di ritrovare i tempi e i ritmi pre-pandemici, pordenonelegge è lieto di affiancare, con il suo cartellone Poesia, il vasto arcipelago delle proposte del Salone del Libro, tornato alla sua collocazione naturale nel cuore della primavera. – ha dichiarato il presidente di Fondazione Pordenonelegge, Michelangelo Agrusti – Quest’anno con un orgoglio speciale: la dedica che il Lingotto schiude alla Regione autonoma Friuli Venezia Giulia, storica supporter delle iniziative culturali del territorio e della qualificata vetrina al Salone del Libro. Un grande lavoro di squadra per ricordare che l’estremo nord-est d’Italia ha molto da raccontare, e lavora per rinnovare il suo ruolo ponte con l’Europa centro-orientale e le aree del mondo che hanno oggi importanza strategica per il futuro comune”.

Gli ha fatto eco Gian Mario Villalta, direttore artistico di pordenonelegge spiegando che “anche quest’anno le proposte includono molte delle più interessanti novità di settore e presentazioni capaci di affascinare anche i lettori che hanno meno familiarità con la parola poetica. Ci sono grandi Maestri e giovani autrici e autori, pagine fortemente autobiografiche e sguardi esistenziali che sanno alimentare empatia, editori nazionali di riferimento e piccole case editrici che cesellano progetti artigiani di alto valore. Come sempre la vita scorre nella poesia, e il nostro tempo ne ha ancora molto bisogno”.

QUI il programma completo.

[a.b]

spot_img

Ultime notizie

Dello stesso autore