25.7 C
Trieste
lunedì, 27 Giugno 2022

Oltre i confini, le radici del conflitto in Ucraina nell’ultima giornata di Rose Libri Musica Vino

26.05.2022 – 11.45 – Si avvicina l’ultima e quarta giornata della rassegna “Rose Libri Musica Vino”: dal conflitto che si sta consumando in Ucraina, con un excursus storico sull’Ucraina post-sovietica, ai temi più caldi della sostenibilità ambientale e attività a contatto con la natura. L’evento, promosso e organizzato dalla cooperativa sociale Agricola Monte San Pantaleone e dall’Università degli Studi di Trieste, partirà anche questa volta alle ore 9 del mattino con  due lezioni universitarie en plein air: quella del prof. Giovanni Carrosio, docente di Sociologia dell’ambiente e del territorio, che parlerà di “Sostenibilità. Retoriche egemoni e controcanto dei limiti”, e quella della prof. Ester Colizza, docente di Geologia, che parlerà di zoomare e presenterà i risultati del progetto di Citizen Science.
Subito dopo partiranno due passeggiate, entrambe guidate da Silvia Castro, mirmecologa e biologa, per conoscere meglio il Parco culturale di San Giovanni e la sua storia: alle 11.15 di tipo botanico-naturalistico, alle 15.30 di tipo entomologico.

Il MIniMu dedica uno spazio a bambini e bambine dai 4 ai 12 con l’evento “Omaggio a Dalisi” delle 16.30. Alle 17.15 focus sulla cura dell’ambiente, fin dalla più tenera età: ne parleremo con Ilaria Perini e Giorgio Tamburlini, del Centro per la Salute del Bambino. A moderare l’incontro la giornalista di Trieste.news Chiara D’Incà: verranno illustrate le proposte adatte ai più piccoli, che a fine incontro potranno creare delle palline di semi per contribuire a rendere gli spazi urbani più verdi.

Alle ore 18, nel roseto grande del Parco culturale di San Giovanni a Trieste, il prof. Bellezza converserà con la prof. Giulia Caccamo, docente di Storia delle relazioni internazionali, e il prof. Stefano Santoro, docente di Storia dell’Europa orientale presso il nostro Ateneo: condurrà l’incontro la giornalista Nicole Corritore, responsabile dell’ufficio stampa dell’Osservatorio Balcani e Caucaso Transeuropa.
Nel libro “Il destino dell’Ucraina. Il futuro dell’Europa”, uscito per Scholé a marzo di quest’anno, a guerra appena scoppiata, si approfondiscono le radici del conflitto e si spiega come l’Ucraina post-sovietica, che dopo il 1991 ha per lungo tempo costituito una delle aree più sicure di influenza russa al di fuori dei confini della Federazione russa, abbia compiuto un percorso di democratizzazione ed europeizzazione e come la Russia abbia cercato di riconquistare il terreno perduto con mezzi sempre più violenti man mano che l’Ucraina entrava nella sfera di influenza occidentale a seguito dell’incompiuta Rivoluzione arancione del 2004 e della Rivoluzione della Dignità del 2013.

E ancora, alle 19 Jadran Žerjal, vignaiolo di confine, che conduce vigneto, oliveto e osmica in Ricmanje/San Giuseppe (Trieste) e che dialogherà con la giornalista Simonetta Lorigliola sul Breg triestino e sulla sua identità.
La giornata si concluderà con la parentesi musicale curata da Andrejka Možina, che scrive e arrangia brani da testi poetici in lingua slovena e in dialetto, prevalentemente composti da donne, che poi esegue con Irene Ferro-Casagrande e Carla Scandura: l’ensemble triestino, formato da tre violoncelli — i Violoncelli itineranti — si esibirà alle 19.30 e proporrà brani originali e folk rivisitati in chiave cameristica e arricchiti da episodi di improvvisazione.

Pranzi, cene e merende saranno assicurati dal Bar Il Posto delle Fragole previa prenotazione allo 040 578777; le pubblicazioni promosse saranno disponibili al banco libri gestito dalla libreria indipendente Minerva.

spot_img

Ultime notizie

Dello stesso autore