16.1 C
Trieste
giovedì, 6 Ottobre 2022

Nuoto, livelli altissimi e tanti record: grande successo al Trofeo Calligaris 2022

23.05.2022 – È risultata vincente anche nella diciassettesima edizione del Trofeo Calligaris l’idea della Triestina Nuoto di inserire nel programma ufficiale gli atleti tesserati FINP e FISDIR i quali hanno ottenuto a Trieste ottimi risultati tra cui sei record italiani. Tre record italiani per il nuotatore della Triestina Nuoto, Alessandro Agosto, record italiano assoluto FINP e record italiano assoluto FISDIR nei 200 dorso con il tempo di 2:34.98 e il record italiano assoluto FISDIR nei 100 dorso con il tempo di 1:11.64. Record italiano anche per la triestina Margherita Sorini, in forza al Verona Swimming Team, che ha registrato il record italiano di categoria S10 FINP nella gara dei 1.500 metri stile libero con il tempo di 20.18.80. Record italiano assoluto FINP per la triestina Giorgia Marchi nei 200 rana con il tempo di 3:09.15 e record Italiano di categoria FINP per il giovane Leonardo Matteo Gecchele del Verona Swimming Team nei 50 dorso con il tempo di 54.01. La gara più spettacolare del weekend è stata quella dei 200 metri rana che ha visto vincere al fotofinish Luca Pizzini, del Centro Sportivo Carabinieri, con il tempo di 2:14.07, davanti ai due atleti Ucraini, Maksym Ovchinnikov e Maksym Tkachuk, che nonostante abbiano toccato la piastra davanti a Luca ad ogni vasca intermedia, si sono visti sorpassare proprio nella parte finale della gara.

Il Trofeo Calligaris, organizzato grazie al contributo della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, ha visto gareggiare 535 atleti, di 33 società, in questa due giorni di gare molto intense nel Centro Federale FIN Bruno Bianchi a Trieste. Come dicono gli addetti ai lavori, la piscina Bianchi conferma ancora una volta di essere una vasca molto veloce. Grande prova di forza dei padroni di casa della Trieste Nuoto, seconda società più numerosa, che vince il Trofeo Calligaris, davanti alla società più numerosa Hydros USD Oderzocon e alla Fondazione M Bentegodi di Verona. L’ambito Trofeo Pozar, in onore alla scomparsa Vice-Presidente Barbara Pozar, fautrice dell’apertura del Trofeo alla partecipazione degli atleti paralimpici, è stato vinto dalla Verona Swimming Team. Tanti sono stati i risultati individuali visti in acqua sabato e domenica: si sottolinea la prestazione del triestino Piero Codia che vince i 100 delfino con il tempo di 52.46, la miglior prestazione assoluta maschile del Trofeo e riscontro cronometrico molto importante che ben fa sperare per i suoi prossimi appuntamenti.

Nella gara dei 200 rana inoltre si sono fatti notare anche il giovane atleta ucraino David Kyzmenko che ha vinto la categoria Juniores con il tempo di 2:17.43 e il giovanissimo triestino Simone Ferrandino che ha vinto la categoria Ragazzi con il tempo di 2:29.95. Grande soddisfazione anche per un altro atleta della Triestina Nuoto, Daniele Vocino, unico atleta ad essersi classificato sul podio sia come atleta paralimpico che come atleta olimpico, che con il tempo di 22.45.13 vince i 1.500 metri categoria FISDIR e si piazza secondo nella categoria Assoluti FIN. Nel settore femminile la miglior prestazione assoluta è di Giorgia Romei del Centro Sportivo Marina Militare che vince i 400 stile libero con il tempo di 4:14.35, davanti all’atleta del Circolo Canottieri Aniene di Roma, Sara Gailli con il tempo di 4:20.88. La stessa Sara Gailli ha vinto i 200 stile libero con il tempo di 2:01.93. Nel settore giovanile delle Juniores si è distinta l’atleta della società veneta, Nuoto Mira, che ha vinto i 100 stile libero con il tempo di 57.06. Nel settore femminile la miglior prestazione assoluta è di Giorgia Marchi che ha nuotato il tempo di 3:09.15 con un totale di 939 punti FINP.

“Vorremmo ringraziare la Triestina Nuoto e la città di Trieste per la bellissima accoglienza che ci è stata riservata” commenta il direttore tecnico della nazionale ucraina, “abbiamo preparato nello specifico questo appuntamento importante per ottenere dei riscontri cronometrici che puntualmente sono arrivati. Tutti gli atleti hanno migliorato i propri migliori tempi personali e alcuni si sono avvicinati notevolmente ai tempi limite per la qualificazione ai prossimi Campionati Europei di Roma e ai prossimi Campionati Europei Giovanili.”. Molto soddisfatto anche il numero uno del Comitato Regionale della FIN Friuli Venezia Giulia, Sergio Pasquali “rivedere un Trofeo Internazionale di questo livello dopo due anni così difficili ci fa ben sperare per il futuro. Ringrazio la Triestina Nuoto per l’ottima organizzazione, per l’impegno e per la passione che hanno dimostrato ancora una volta”. “Ci prendiamo un paio di giorni di riposo” commenta il direttore della Triestina Nuoto, Nicola Cassio, “e poi inizieremo subito a lavorare per l’edizione numero 18 del Trofeo Calligaris del 2023, con il forte intento di riportare a Trieste, a un anno dalle olimpiadi di Parigi, i grandi campioni mondiali del nuoto dopo la presenza di Federica Pellegrini e di Laszlo Cseh del 2019.”.
[c.s.]

spot_img

Ultime notizie

spot_img

Dello stesso autore