18.3 C
Trieste
martedì, 4 Ottobre 2022

LETS, il Comune registra il marchio “Letteratura Trieste”

31.05.2022 – 09:00 – E’ stato registrato dal Comune di Trieste, presso la Camera di Commercio, al costo di 220 euro, il marchio LETS acronimo di “Letteratura Trieste” lanciato dal Municipio nel 2019 per candidate la nostra città all’iniziativa UNESCO che avrebbe decretato di li a pochi mesi la città europea della letteratura. Con la registrazione del brand, la legge lo tutelerà per i prossimi 10 anni e con esso anche l’immagine di Trieste e dei suoi illustri protagonisti letterari del passato come Umberto Saba, Italo Svevo, James Joyce, Edoardo Weiss, Giani Stuparich e molti altri; un’immagine che ben presto verrà raccontata e valorizzata presso il futuro “Museo della Letteratura” in allestimento presso Palazzo Biserini, in Piazza Hortis, già sede, in passato, dello storico Museo di Storia e Naturale di Trieste. Il progetto di registrare il marchio LETS è nata da un’idea dell’Assessore Comunale alle Politiche Giovanili (con delega “alle biblioteche”), Nicole Matteoni. “Trieste è letteratura” – ha asserito l’Assessore sui suoi canali social. “La si respira nell’aria, nel mare, nel nostro Carso e nei nostri caffè letterari. Tra ottocento e novecento la bellezza culturale di Trieste ha dato modo a Svevo, Joyce e Saba, citando alcuni, di creare opere letterarie importanti per la storia della letteratura italiana e anche internazionale. Questo patrimonio culturale va valorizzato è proprio per questo ho dato mandato agli uffici di registrare il marchio LETS”. “Il marchio utilizzato per promuovere la candidatura di Trieste città della letteratura – ha ricordato Matteoni – è stato utilizzato anche per una serie di attività di promozione culturale e letteraria. Proprio per continuare questa attività di promozione, penso a quanto il logo sia stato utilizzato, rivisitandolo per importanti eventi quali la promozione dei musei letterari, esposizioni temporanee, attività per ragazzi e bambini. Per questo registrare il marchio era divenuto importante. In questo modo tuteleremo l’identità delle attività ed eventuali usi impropri e rafforzeremo la visione che ha questo Comune per il mondo della letteratura” – ha concluso l’Assessore.

spot_img

Ultime notizie

spot_img

Dello stesso autore