24 C
Trieste
venerdì, 1 Luglio 2022

La Commissione Europea premia i giovani di Trieste per CURIoSA

18.05.2022 – 15.51 – Il fumo uccide. Non concordano solo i pacchetti delle sigarette, ma anche i giovani di Trieste che hanno escogitato una nuova campagna di sensibilizzazione volta a prevenire malattie cardiovascolari e tumori, promuovendo comportamenti corretti. A partire proprio dai coetanei alle Superiori. Un impegno che ha raccolto l’approvazione della Commissione Europea, la quale ha conferito al progetto CURIoSA in questione il prestigioso riconoscimento EU Health Award 2021.
CURIoSA, acronimo di ComUnicaRe per crescere In Salute, originariamente era un progetto finanziato dalla Regione Friuli Venezia Giulia, promosso da ICGEB, a propria volta in collaborazione con l’Università di Trieste, attraverso il coordinamento di Serena Zacchigna e Matteo Biasotto.
Il progetto ha coinvolto trecento studenti delle scuole secondarie inferiori e superiori di Trieste e Pordenone con lingue di insegnamento italiana e slovena, nel corso di 18 incontri scolastici.
A questi si aggiungono 10 appuntamenti aperti al pubblico delle conferenze “Science & the City Young”, che hanno visto oltre 500 partecipanti, e la distribuzione di materiale divulgativo nelle scuole e nella popolazione generale per affrontare temi scientifici con modalità comunicative semplici e immediate.

Si è trattato dunque di un progetto trasversale, capace di connettere diverse età e diversi cittadini, sviluppando strategie innovative come i discussion game per le fasce giovanili e i classici lanci di volantini, poster e pubblicità classiche per gli altri.
Merita menzionare in particolare che le classi iscritte hanno partecipato, con il contributo di un fumettista, alla realizzazione di strisce illustrate inerenti agli argomenti trattati (fumo, alcool, HPV, genetica, sport e alimentazione) e degli sticker che verranno stampati e distribuiti nel corso dei prossimi eventi. Sono stati inoltre realizzati dei video adatti a essere condivisi sui social media e sulle piattaforme digitali frequentate dagli adolescenti.

“Almeno un terzo dei tumori e delle malattie cardiovascolari potrebbe essere prevenuto attraverso l’adozione di un corretto stile di vita”, spiega Serena Zacchigna, biologa molecolare dell’ICGEB e docente presso l’Università di Trieste. “In quest’ottica, l’informazione e la comunicazione attraverso un linguaggio accessibile sono fondamentali per coinvolgere i giovani nelle decisioni riguardanti il proprio stato di salute”.

[z.s.]

spot_img
Avatar
Zeno Saracinohttps://www.triesteallnews.it
Giornalista pubblicista. Blog personale: https://zenosaracino.blogspot.com/

Ultime notizie

Dello stesso autore