6 C
Trieste
martedì, 29 Novembre 2022

Green economy, Zanin: “Recuperare rifiuti per restituire al territorio”

19.05.2022 – 16.00 | “Upcycling Land FVG, dal rifiuto alla valorizzazione” è il titolo scelto dalla Preco System Plastica riciclata di Gemona del Friuli per l’evento organizzato presso un luogo straordinario e “green” come villa Gallici Deciani, a Montegnacco di Cassacco, incorniciato dalle colline  moreniche della regione. Durante due giorni serrati, una parte avanguardista dell’imprenditoria del Friuli Venezia Giulia, il dipartimento di Scienze economiche e statistiche dell’Università di Udine, geometri e architetti, Camere di Commercio, Federalberghi Fvg, l’Associazione dimore storiche italiane e alcuni consulenti legali si confronteranno su temi quali Green Economygestione delle risorse e sviluppo sostenibile, riciclo della plastica per la realizzazione di prodotti circolari a servizio delle comunità, azioni intraprese a livello europeo e nazionale per  incentivare un approccio economico circolare, potenzialità di impiego di prodotti in plastica riciclata in ambito di edilizia industriale, riqualificazione di spazi urbani e aree verdi, turismo e
accoglienza sostenibili.

All’appuntamento, non è mancata la presenza del Consiglio regionale, la cui presidenza è convinta che la parola rifiuto non sia sinonimo di scarto, ma di recupero e seconda vita, di risorsa ed economia circolare e sociale. Lo scarto dunque non più visto come qualcosa di sgradevole, ma come materia che può diventare nuovo prodotto e nuova bellezza. Inoltre, per la presidenza consiliare regionale a Cassacco si sono ritrovati quegli imprenditori del Fvg che meglio hanno capito che, oltre a ricevere, al territorio si può e si deve restituire, in termini di salvaguardia dell’ambiente ma anche di beni e servizi. Perché l’economia circolare – ha affermato la massima carica consiliare – non è solo il riutilizzo all’infinito delle risorse per preservare il pianeta, bensì anche un sostenere le comunità attraverso l’offerta gratuita di parte dei propri prodotti, ad esempio attraverso i Comuni, le scuole, gli spazi pubblici di ritrovo e di gioco, perché sono quelle stesse comunità che a loro volta contribuiscono a tenere in vita le aziende con l’acquisto dei loro prodotti. Come in un cerchio perfetto, dove al centro non si colloca il massimo profitto di alcuni a discapito dei tanti.
[c.s.]

spot_img

Ultime notizie

spot_img

Dello stesso autore