20.2 C
Trieste
sabato, 28 Maggio 2022

Finiscono i playoff alabardati: pari a Palermo, nulla da fare per la Triestina

12.05.2022 – Non aveva certo i pronostici a suo favore, contro il Palermo, la Triestina. E il risultato del campo ha rispecchiato le attese: ai giuliani non basta l’1-1 maturato in Sicilia per proseguire il cammino nei playoff, in virtù della sconfitta per 1-2 dell’andata e della regola che, in caso di parità di punteggio nel doppio confronto, premia con la qualificazione la testa di serie. Inutile, quindi, ai fini della qualificazione, la rete rosanero al 96′, che nega sì la vittoria agli uomini di Cristian Bucchi, ma mega loro una vittoria che sarebbe stata di fatto inutile. Si chiude così, oggi, la stagione alabardata. Toccherà alla dirigenza tirare le somme e valutare se la stagione sia stata o meno come ci si aspettava. I tifosi, probabilmente, hanno già espresso la propria opinione a riguardo.

PALERMO-TRIESTINA 1-1: LA CRONACA
Consueto 4-2-3-1 per mister Baldini, che rispetto all’andata conferma praticamente in blocco la formazione, con l’eccezione di Accardi, in panchina ma comunque non al meglio, sostituito a destra da Buttaro. Confermato anche Floriano, l’autore delle due reti siciliane dell’andata. Bucchi opta per un cambio di modulo: Galazzi parte più arretrato, mentre Rapisarda ha licenza di allargarsi e spingere, con St Clair che agisce da ala, insieme a Procaccio dall’altra parte, al fianco di De Luca, per un 4-3-3 che vede anche il rientro dal 1′ di Giorico (mezzala destra con Calvano e Crimi) e la coppia obbligata Volta-Ligi a centro difesa.
Partenza a mille del Palermo, con Luperini che raccoglie un errato rinvio di Volta servendo involontariamente Brunori, il quale però a tu per tu con Offredi non riesce a superarlo. Passato il pericolo, la Triestina cerca di mettere in difficoltà i padroni di casa con i lanci lunghi sulle fasce, ma – a parte qualche disattenzione individuale senza conseguenze – il Palermo fa buona guardia. La partita si scalda, soprattutto negli animi dei calciatori, con Giordano che estrae più volte il cartellino nei primi minuti. L’episodio potenzialmente decisivo arriva al 18′, quando Marconi stende De Luca in area causando il rigore che però, poco dopo, Procaccio si fa parare da Massolo. Gli alabardati pressano: al 26′ Volta prende il palo sugli sviluppi di un angolo, mentre al 31′ Massolo interviene in prima persona per sventare una punizione di Crimi. Non va proprio e a fine primo tempo il punteggio è di 0-0.
Botta e risposta in avvio di ripresa: Brunori da una parte e St Clair dall’altra, nel giro di 1′, fanno saltare le due difese, ma il primo trova la risposta di Offredi, mentre l’alabardato serve De Luca anticipato in extremis da Buttaro. C’è spazio anche per momenti, per così dire, “pittoreschi” (anche se certi atteggiamenti meriterebbero ben altri aggettivi, che omettiamo per rispetto alla decenza): su Offredi piove di tutto, in campo arriva anche un fumogeno e il direttore di gara deve sospendere la gara, con i calciatori del Palermo costretti a invitare a più miti consigli i propri supporters. I ritmi si abbassano decisamente, anche se entrambe le squadre continuano a fare il proprio gioco e Brunori, a circa metà ripresa, potrebbe approfittare di un brutto disimpegno di Galazzi per chiudere definitivamente la contesa. La palla termina però sul fondo e così, una decina di minuti dopo, a passare è la Triestina, con Litteri (da poco subentrato a Procaccio) che brucia l’avversario su calcio d’angolo e trova il gol. Gli animi si accendono di nuovo e le due squadre sono meno lucide e decisamente più nervose. Per l’Unione si mette anche la sfortuna, che vede protagonista Sarno (subentrato a St Clair e costretto a uscire, 14′ dopo, per un infortunio). Il recupero è tanto, ma il Palermo spezza il gioco e, al momento giusto, la chiude, con Luperini che, al 96′, conclude con la conclusione nell’angolo giusto un’azione personale, trovando l’1-1 che di fatto chiude la partita.

PALERMO-TRIESTINA 1-1: IL TABELLINO
Palermo-Triestina: 1-1 (77′ Litteri, 96′ Luperini).
Palermo (4-2-3-1): Massolo; Buttaro, Lancini, Marconi, Crivello; De Rose, Dall’Oglio; Valente, Luperini, Floriano (83′ Soleri); Brunori. A disposizione: Pelagotti, Giron, Accardi, Silipo, Somma, Odjer, Damiani, Fella, Perrotta, Felici, Doda. Allenatore: Baldini.
Triestina (4-3-3): Offredi; Rapisarda, Volta, Ligi, Galazzi; Giorico (61′ Ala-Myllymaki), Calvano, Crimi; St Clair (73′ Sarno, 86′ Giorno), De Luca (61′ Trotta), Procaccio (73′ Litteri). A disposizione: Martinez, Lopez, Baldi, Giorno, Esposito, Iacovoni. Allenatore: Bucchi.
Arbitro: Giordano (Novara). Assistenti: Pompei Poentino (Pesaro), Lencioni (Lucca). Quarto ufficiale: Pascarella (Nocera Inferiore).
Ammoniti: De Rose, Lancini, Brunori (P), Volta, Crimi, Ligi, Calvano, Litteri (T). Espulsi: nessuno. Recuperi: 1′ e 6′.
[E.R.]

spot_img

Ultime notizie

Dello stesso autore