22.6 C
Trieste
sabato, 2 Luglio 2022

Ferriera, latitano le autorizzazioni. Si prosegue con la cassa integrazione

23.05.2022 – 07.01 – A fronte della mancata riconversione dell’ex Ferriera di Servola – stentano infatti ad arrivare le necessarie autorizzazioni burocratiche per lo “scambio” dei terreni – le società responsabili hanno scelto di prolungare la cassa integrazione per i lavoratori dell’impianto siderurgico e dell’adiacente banchina. Specificatamente Arvedi e Logistica giuliana, in accordo coi sindacati e la Regione Friuli Venezia Giulia, hanno scelto di attingere dai fondi disponibili per il terzo anno di Cigs. Insomma, nell’impossibilità di poter procedere cogli impianti e le costruzioni previste, non rimane che continuare a pagare i sussidi, nella speranza di uno “sblocco” a breve. La permuta degli spazi prevede infatti uno scambio tanto di aziende, quanto di terreni: Arvedi ha creato, per la movimentazione sulle banchine, la newco “Società Logistica Giuliana“, acquistata a sua volta da Icop, partner di Hhla Plt Italy. In questo modo, se verranno concessi i permessi, i terreni delle banchine verranno demanializzati e passeranno all’Authority, mentre la zona portuale dove sorgerà il laminatoio verrà a sua volta sdemanializzata e passerà ad Arvedi.
Secondo quanto scrive Il Piccolo, Arvedi prevedrebbe di concludere a novembre le nuove linee di verniciatura e zincatura del laminatoio; ma fino a quando il nodo burocratico non verrà sciolto la situazione rimarrà bloccata. Un piccolo passo in avanti, in tal senso, era stato compiuto ad aprile con la pubblicazione della procedura di gara per il barrieramento del fronte mare, onde evitare che filtrassero le acque di falda inquinate. Un intervento di per sé minore, ma per il quale si era reso necessario l’intervento del ministro Giorgetti ancora lo scorso autunno 2021.

[z.s.]

spot_img
Avatar
Zeno Saracinohttps://www.triesteallnews.it
Giornalista pubblicista. Blog personale: https://zenosaracino.blogspot.com/

Ultime notizie

Dello stesso autore