7.6 C
Trieste
martedì, 6 Dicembre 2022

Trieste Airport, “ITA Airways” riporta in FVG il Ronchi-Fiumicino

19.04.2022 – 12:20 – A partire dalla fine del corrente mese, “ITA Airways”, la compagnia aerea di bandiera italiana, posseduta dal Ministero dell’Economia e delle Finanze, tornerà a garantire, come non accadeva da marzo 2020 quando il suo nome era ancora Alitalia (dal 15 ottobre 2021 ha sostituito la vecchia compagnia), – tre collegamenti al giorno con il principale scalo della capitale quale l’Aeroporto Internazionale Leonardo Da Vicni di “Roma-Fiumicino”. Le partenze dal Trieste-Airport di Ronchi dei Legionari sono previste alle ore 07:00, alle ore 11.05 e alle ore 19.30, mentre il volo delle ore 15.25 è stato depennato. Da Fiumicino per Ronchi, invece, si partirà alle ore 09.10, alle ore 17.40 e, infine, l’ultimo volo previsto è stato calendarizzato alle ore 21.35. Una notizia, quella del ritorno della comapgnia di bandiera in Regione che non può che fare piacere ai tanti utilizzatori del nostro territorio ma soprattutto ai gestori del Trieste-Airport il quale, negli ultimi mesi, a causa del Covid-19 prima e dell’esplosione del conglitto russo-ucraino poi, ha perso ultre il 40% di traffico aereo nel primo trimestre del 2022 rispetto a quanto si era visto nello stesso periodo dello scorso anno nella flebile ripresa post 2020. Gli scenari sempre più negativi della guerra in corso ai varchi dell’Europa, rischia ora di portare, tra nuove rotte obbligatorie per evitare il territorio di Mosca e di far fronte al “caro carburante”, ad una nuova riduzione del numero dei voli la quale si concentrerà soprattutto sul mercato intercontinentale, attualmente il più colpito mentre quello nazionale e l’europeo paiono contenere i danni. Secondo quanto dichiarato dall’A.D. dell’Aeroporto del Friuli Venzia Giulia, Marco Consalvo, “al momento registriamo anche numeri in crescita a livello di prenotazioni”. Le prospettive di Ronchi dei Legionari, scalo che alla fine del 2021 aveva fatto registrare un recupero dei volumi di traffico dopo un 2020 decisamente da film horror, dunque, andranno analizzate nel corso delle prossime settimane con l’avvento della stagione estiva e i futuri risvolti della pandemia e del conflitto in atto nei Balcani.

spot_img

Ultime notizie

spot_img

Dello stesso autore