26.2 C
Trieste
domenica, 14 Agosto 2022

DLike: ecco la start up innovativa per la crescita del Made in Italy nel mondo

22.04.2022 – 11.28 – Le aziende italiane hanno un nuovo alleato per crescere in un contesto sempre più internazionale: si tratta di DLike, la start up che aiuta le imprese ad aprirsi a nuove realtà.
Il processo di internalizzazione, ovvero la capacità di un business di conquistare nuove fette di mercato insediandosi efficacemente in un paese diverso da quello di origine, richiede competenze sempre più specifiche.

Nel dettaglio, DLike nasce da un’idea di Massimo Lentsch, che ha deciso di mettere a disposizione della start up la sua grande esperienza nel supportare le aziende a svilupparsi commercialmente non solo in Italia ma anche all’estero. Obbiettivo principale di questo progetto è, quindi, la crescita delle piccole e medie imprese emblema del Made in Italy e per raggiungerlo DLike sfrutta le innate capacità dei suoi clienti per sviluppare un successo commerciale autonomo e flessibile.

Nel dettaglio con questa start up alle imprese vengono forniti i mezzi per comprendere i cambiamenti che stanno caratterizzando il mercato economico e per sapersi destreggiare fra di essi con successo.
Tra le proposte concrete, le principali sono l’elaborazione di una strategia di vendita mirata ed efficace, la lead generation, il passaggio di competenze tecniche e digitali volte al raggiungimento degli obbiettivi aziendali e una costante enfasi sull’aggiornamento. Solo così, infatti, le PMI italiane potranno mantenersi competitive all’interno di un panorama mondiale in continuo mutamento.

Per richiedere i servizi di DLike per la propria azienda è possibile contattare la start up direttamente online, compilando l’apposito form disponibile sul sito ufficiale, https://dlike.it/, con pochi e semplici dati.

DLike accompagna la crescita delle aziende italiane
Come si legge anche sul sito ufficiale, DLike si occuperà di fornire alle imprese tutti gli strumenti necessari ad analizzare il proprio mercato di riferimento a partire da uno studio sistematico e completo dei propri competitors. A questo, si aggiungono degli specifici algoritmi di intelligenza artificiale che hanno come fine quello di individuare i mercati ad alto potenziale per l’azienda e implementare le vendite.

Grazie alla divisione DLLab, inoltre, i clienti potranno testare il proprio business e, in seguito, definire una strategia ancora più precisa e performante. All’interno del programma di espansione commerciale messo a punto dalla start up, poi, non può mancare il capitolo dedicato alla ricerca delle risorse utili allo sviluppo delle aziende: dallo scouting del personale (sia interno che esterno), passando per il delicato capitolo della sua formazione, DLike è al fianco delle PMI che vogliono raggiungere i loro obiettivi.

Non viene sottovalutata, inoltre, l’importanza del creare una rete di contatti utili: il networking, unito a un programma di formazione e aggiornamento costante, caratterizza la proposta di questa start up e la rende un potente asso nella manica per il business delle PMI italiane.

Perché aprirsi ai mercati internazionali
vantaggi di attuare un processo di internalizzazione sono numerosi e, sebbene quest’ultimo non sia un’attività semplice da portare avanti, rimane comunque un importante fattore di crescita aziendale. Ovviamente, se aumenta il volume del mercato di riferimento, è probabile che aumenteranno anche le vendite e, di conseguenza, il fatturato.

Tuttavia, c’è un altro elemento molto rilevante che dovrebbe indurre le PMI italiane a valutare l’apertura ai contesti internazionali. Si tratta della riduzione del rischio: più aree di mercato, infatti, permettono di disporre di più possibilità di mettersi al riparo dalle turbolenze dell’economia perché qualora le vendite in un paese dovessero diminuire, potrebbero esserci delle alternative in grado di mantenere positivo il bilancio. Un ultimo punto a favore dell’internazionalizzazione è dato dall’abbattimento dei costi di produzione.

Un volume d’affari maggiore, infatti, si traduce anche in un potere d’acquisto più alto e nella capacità di ridurre il capitale destinato alla produzione, con un evidente risparmio di risorse. Per questo motivo, essere affiancati da una realtà come DLike può infondere alle imprese sicurezza e fiducia nelle loro capacità operative e strategiche.

[network]

spot_img

Ultime notizie

spot_img

Dello stesso autore