19.3 C
Trieste
lunedì, 3 Ottobre 2022

Narodni Dom, domani il trasferimento formale da Units alla Fondazione

27.03.2022 – 13:00 – Lunedì 28 marzo il trasferimento formale del Palazzo di via Filzi dall’Università di Trieste alla Fondazione Narodni Dom In occasione dell’inaugurazione dell’anno accademico dell’Università degli Studi di Trieste, lunedì 28 marzo 2022 si terrà a Trieste, presso il Palazzo del Governo ed alla presenza del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, la cerimonia in occasione del passaggio di proprietà dell’edificio già Narodni dom dall’Università degli Studi di Trieste alla Fondazione Narodni dom. Durante la cerimonia, che avrà inizio alle 10.15, verrà sottoscritto dal Magnifico Rettore dell’Università di Trieste, Roberto Di Lenarda, e dal presidente della Fondazione Narodni dom, Rado Race, il contratto di trasferimento a titolo gratuito del palazzo progettato dall’architetto Max Fabiani dall’Università alla Fondazione Narodni dom. Contestualmente sarà siglato anche il contratto di comodato gratuito decennale dell’immobile a favore dell’Università che rimarrà, quindi, a disposizione dell’ateneo triestino fino al recupero dell’edificio noto come “Gregoretti 2”. Il percorso iniziato con la sottoscrizione del Protocollo d’intesa sulla restituzione alla minoranza linguistica slovena dell’edificio di via Filzi 14 a Trieste già Narodni dom, in occasione della visita a Trieste dei Presidenti della Repubblica d’Italia Sergio Mattarella e della Repubblica di Slovenia Borut Pahor si concluderà, quindi, lunedì 28 marzo con il formale trasferimento della proprietà del Palazzo di via Filzi alla minoranza linguistica slovena.

“E’ un momento molto importante per la nostra città,” fa notare Rado Race, presidente della Fondazione Narodni dom. “Con la restituzione del Narodni dom alla minoranza linguistica slovena si archivia una fase storica e si apre una nuova. Il Narodni dom sarà il cuore pulsante della Trieste cosmopolita, la casa comune di tutte le persone di buona volontà, un luogo di dialogo e di collaborazione.” “Quanto abbiamo avuto l’onore e l’emozione di vivere il 13 luglio 2020 grazie all’incontro tra i Presidenti Mattarella e Pahor oggi dà i suoi frutti – ha sottolineato Roberto Di Lenarda, rettore dell’Università di Trieste – Posso dire con soddisfazione che siamo riusciti a concretizzare un risultato storico, di cui andare orgogliosi, e che apre le porte ad un futuro di pace e concordia in un momento drammatico come l’attuale.”

c.s.

spot_img

Ultime notizie

spot_img

Dello stesso autore