21.5 C
Trieste
giovedì, 18 Agosto 2022

Le meduse “affollano” il Golfo di Trieste

31.03.2022 – 11.05 – Nel Golfo di Trieste in questo periodo è stata osservata una massiva presenza di Rhizostoma pulmo (nota anche come “polmone di mare”). Si tratta della più grande specie di medusa del Mediterraneo, che può raggiungere fino i 50-60 centimetri di diametro e i 10 chili di peso, ma che è tuttavia totalmente innocua. La presenza di questo animale è stata evidenziata dai monitoraggi eseguiti da Arpa a febbraio e marzo di quest’anno, in cui è stata inoltre rilevata anche la presenza di altri organismi gelatinosi come la Aequorea forskalea, la Pleurobrachia, la Leucothea multicornis e Mnemiopsi leidyi.
Un evento curioso ma non nuovo: un episodio analogo infatti ci fu anche lo scorso anno a inizio aprile, a causa di una condizione del mare molto simile a quella attuale: “il ricambio delle masse d’acqua del golfo sembra essere stato alquanto scarso, è stata, inoltre, rilevata una maggiore concentrazione della clorofilla a nelle acque della rada di Trieste, che potrebbe indicare uno sviluppo della comunità fitoplanctonica, la quale rappresenta la base della catena alimentare marinariporta il sito di Arpa. Nei prossimi giorni gli organismi dovrebbero disperdersi al largo e lungo la costa occidentale o, potrebbero ammassarsi ulteriormente nelle zone più “interne” alla costa, a causa dell’ulteriore cambiamento della situazione oceanografica, con il variare delle condizioni meteorologiche, a causa dell’insistere sulla regione di una saccatura di origine atlantica e venti meridionali seguiti da successivi venti orientali.
[n.n]

spot_img

Ultime notizie

spot_img

Dello stesso autore