23.4 C
Trieste
lunedì, 3 Ottobre 2022

Contributi veicoli ecologici, Nicoli (FI): “Basta rimpalli di responsabilità”

10.03.2022 – 17.40 | “I cittadini che hanno richiesto contributi per la per la rottamazione di veicoli e contestuale acquisto di nuovi veicoli ecologici (bifuel, ibridi o elettrici), ma ancora non li hanno ricevuti, non possono assistere a rimpalli di responsabilità sull’erogazione delle somme di cui hanno diritto. Credo sia buona prassi che l’amministrazione regionale controlli che questi contributi vengano effettivamente erogati”. Lo afferma il capogruppo di Forza Italia in consiglio regionale, Giuseppe Nicoli, dopo aver ricevuto risposta dall’assessore regionale alla Difesa dell’ambiente e Sviluppo sostenibile, oggi nella IV commissione consiliare, a una sua interrogazione sul tema (depositata a settembre). “Numerosi cittadini mi hanno sottoposto le loro lamentele per la lunga tempistica di erogazione dei contributi dei quali hanno diritto – continua Nicoli -. Chiedevo lumi, dunque, su quando i contributi verranno liquidati e quali fossero le motivazioni della lunga tempistica. Ma anche quando verrà adottato il nuovo regolamento sulla base del quale accogliere future domande di contributo per l’acquisto di veicoli ecologici: quali saranno le linee di indirizzo?”.

“L’assessore – osserva il capogruppo forzista – sostiene che ora (ma dall’interrogazione sono passati mesi) le Camere di commercio delegate all’erogazione dei contributi hanno ricevuto tutte le risorse necessarie a esaurire le graduatorie, tanto che non esisterebbero più lamentele. Ma di eventuali “corti circuiti” ai cittadini interessa poco, specie se si attendevano i contributi, come da regolamenti, al massimo dopo cinque mesi, non dopo oltre un anno. Semplicemente, eventuali intoppi non dovrebbero esserci o, per lo meno, la Regione dovrebbe vigilare e rimuovere eventuali intoppi nell’erogazione. Mi riservo di verificare nelle Camere di commercio affinché si dia seguito alle parole dell’assessore. Per quanto riguarda il futuro di questa linea di contribuzione – aggiunge Nicoli -, l’assessore ha fatto intuire che la normativa su questi contributi dovrà cambiare, così come è cambiato il mondo: difficile concepire ancora una forte esposizione delle risorse regionali per incentivare un mercato di auto ibride ed elettriche che negli ultimi anni ha conosciuto una forte espansione (con il conseguente boom di domande di contributo), per non parlare del contesto economico influenzato prima dall’emergenza Covid e ora anche dalla guerra in Ucraina”.
[c.s.]

spot_img

Ultime notizie

spot_img

Dello stesso autore