19.5 C
Trieste
lunedì, 15 Agosto 2022

“L’ultimo calore d’acciaio”, la Ferriera di Servola oggi al cinema

18.02.2022 – 11.29 – Prodotto da La Cappella Underground e diretto dallo scrittore e giornalista Francesco De Filippo, con il film-maker Diego Cenetiempo, verrà proiettato oggi al cinema Ariston alle ore 18 il film “L’ultimo calore d’acciaio”. La pellicola, in collaborazione con Alpe Adria Cinema – Trieste Film Festival, racconta il passaggio dall’industria pesante tradizionale alla logistica gestita da sistemi digitali. Byte, containers, colletti bianchi e silenzio sostituiscono fuoco, polvere, sudore e schianti. Non è soltanto la mera narrazione di una trasformazione urbanistica tendente alla sostenibilità e alla conversione della metallurgia in energia pulita, quanto il racconto dei cambiamenti sociali legati allo sforzo di adeguare i contesti a nuove forme di produzione, più pulite anche se forse più anonime. La storia ha un nome e cognome: è quella della Ferriera, il famoso impianto siderurgico di Trieste, chiuso dopo 123 anni e numerosi passaggi di proprietà. Il documentario si svolge nell’arco di una giornata e si dipana lungo un itinerario poetico e di forti suggestioni, con attenzione al rapporto uomo-macchina, intervallato dalle testimonianze degli operai, degli altri protagonisti della trasformazione e di esperti del settore.
Immagini inedite, “avvalorate da un attento equilibrio nelle testimonianze raccolte” raccontano i registi. Il film è ambizioso: vuole raccontare di macchine, altoforni, inquinamento e uomini duri attraverso la delicatezza di un tono poetico e – narrando della fine di una esperienza come la Ferriera – a tratti malinconico. “C’è una parte intermedia – aggiungono – per la quale si è fatta una scelta più giornalistica e meno autoriale, per consentire la contestualizzazione dell’impianto siderurgico nella città e nelle dinamiche sociali di questa. E per descriverne la controversa storia, dall’appoggio incondizionato della politica e dei cittadini allacondanna totale, pochi anni dopo, fino a decretarne la chiusura”. Sono previste nei giorni successivi due repliche del film, sempre accompagnato in sala dagli autori: domenica 20 febbraio alle ore 15.00 e martedì 22 febbraio alle ore 20.30.

spot_img

Ultime notizie

spot_img

Dello stesso autore