21.3 C
Trieste
mercoledì, 17 Agosto 2022

A Piacenza Triestina corsara, 0-2 e tris di successi

24.02.2022 – Terza vittoria di fila per la Triestina, che a Piacenza vince 0-2 e allontana (forse definitivamente) una rivale per il quinto posto, salendo a quota 44 punti in classifica. Successo importante, quello centrato dagli alabardati nella seconda delle tre trasferte di fila, perché arriva in uno scontro diretto e vale doppio per la classifica. Certo, l’Unione lascia per larghi tratti il controllo della partita ai padroni di casa, che se avessero chiuso in vantaggio il primo tempo non avrebbero rubato nulla; ma il calcio è questo e, per tante volte in cui gli alabardati hanno creato tanto senza raccogliere, può pure capitare che accada l’opposto. Adesso testa a Mantova, dove domenica 27 la Triestina affronterà i virgiliani chiudendo un febbraio durissimo con la terza trasferta consecutiva. E anche lì Bucchi dovrà fare i conti con le assenza: mancheranno infatti Galazzi, Crimi, Rapisarda e St Clair, tutti diffidati e ammoniti contro il Piacenza.

PIACENZA-TRIESTINA 0-2: LA CRONACA
Cazzola sceglie il 4-4-2, affidandosi a Nava e Marchi al centro della difesa, Munari e Gonzi sulle corsie di centrocampo e a Rubbi al fianco di Cesarini in avanti, con Bobb, non ancora ripresosi dalle fatiche della Coppa d’Africa, in panchina insieme agli acciaccati Dubickas e Raicevic. Bucchi ha invece poche carte in mano, ma usa comunque l’effetto sorpresa: Rapisarda fa infatti il centrale di destra della difesa a tre, completata da Ligi e Volta, mentre le chiavi del centrocampo vanno a Calvano, che con Crimi e Ala-Myllymaki forma il terzetto centrale, affiancato da St Clair a destra e Galazzi a sinistra. In avanti, sono De Luca e Trotta a reggere l’attacco.
Nel primo tempo, le principali azioni sono tutte di marca piacentina: prima Cesarini, poi Munari dalla distanza, mentre al 22′ è Rabbi a rendersi pericoloso, trovando però un Offredi in grande spolvero. La Triestina fatica invece a creare manovre interessanti ed è spesso costretta a contenere, trovando solo in rare occasioni, con i cross del solito Galazzi, qualche buon pallone che però non viene recepito dalle punte. Finisce così la prima frazione, con uno 0-0 che starebbe stretto ai padroni di casa.
La gara si sblocca però nella ripresa, dopo appena 3′: da una rimessa laterale respinta dalla retroguardia biancorossa, Ligi fa nascere un tiro che Pratelli può solo deviare sulla traversa; e sulla ribattuta si avventa De Luca che trova lo 0-1. Il Piacenza si espone di più, con Scazzola che chiama in campo anche Dubickas (prima, Bucchi aveva inserito Sakor e Iotti per Calvano e Galazzi), ma al 70′ Cesarini dà un colpo al volto a Rapisarda mentre la palla è lontana e si guadagna una doccia anticipata. Adesso la difesa alabardata è più solida e la Triestina bada più al sodo, pensando più a tenere la palla lontana dalla porta che a costruire. Fino al 96′, quando Litteri serve a Petrella (i due erano entrati all’81’ per De Luca e Trotta) l’assist per lo 0-2 che chiude la partita.

PIACENZA-TRIESTINA 0-2: IL TABELLINO
Piacenza-Triestina: 0-2 (48′ De Luca, 95′ Petrella).
Piacenza (4-4-2): Pratelli; Parisi, Nava, Marchi, Giordano (81′ Raicevic); Munari, Suljic, Castiglia (81′ Marino), Gonzi; Cesarini, Rubbi (66′ Dubickas). A disposizione: Tintori, Galletti, Rillo, Tafa, Lamesta, Bobb, Armini, Ruiz. Allenatore: Scazzola.
Triestina (3-5-2): Offredi; Rapisarda, Volta, Ligi; St Clair, Crimi, Calvano (58′ Sakor), Ala-Myllymaki (77′ Giorico), Galazzi (58′ Iotti); De Luca (81′ Petrella), Trotta (81′ Litteri). A disposizione: Martinez, Sarno, Procaccio, Baldi. Allenatore: Bucchi.
Arbitro: Canci (Carrara). Assistenti: Agostino (Cinisello Balsamo), Landoni (Milano). Quarto ufficiale: Loiodice (Collegno).
Ammoniti: Nava, Marchi (P), Galazzi, Crimi, Rapisarda, St Clair, Offredi, Trotta (T). Espulsi: Cesarini (P) al 70′.
[E.R.]

spot_img

Ultime notizie

spot_img

Dello stesso autore