14.7 C
Trieste
mercoledì, 5 Ottobre 2022

Regione FVG-Trenitalia, siglato nuovo contratto di servizio 2022-31

11.01.2022 – 14:20 – Si è tenuta quest’oggi presso la Sala Predonzani del Palazzo regionale di Via dell’Orologio 1, a Trieste, la conferenza stampa di presentazione del nuovo “Contratto di Servizio 2022-2031” siglato tra Regione Friuli Venezia Giulia e Trenitalia S.p.a.. Al tavolo, hanno preso parte il Governatore Massimiliano Fedriga, l’Assessore Regionale alle Infrastrutture del Territorio, Graziano Pizzimenti e l’Amministratore Delegato di Trenitalia, Luigi Corradi. Il nuovo contratto, affidato direttamente alla suddetta società italiana per la gestione del trasporto ferroviario passeggeri, secondo regolamento UE 1370/2007, avrà la durata di 10 anni (dal 1 Gennaio 2022 al 31 Dicembre 2031) per un valore totale di 816,6 milioni di euro, opportunamente suddivisi nell’arco di tutto il periodo di validità del contratto per assolvere le seguenti funzioni: 270 milioni per l’acquisto di 25 nuovi treni di ultima generazione, 11 ibridi e 14 elettrici, 15 milioni per il revamping (ammodernamento) della flotta esistente, 41 milioni per la costruzione di una nuova officina ferroviaria sul territorio di Trieste e 15 milioni da destinare all’informatizzazione e all’adozione di nuove tecnologie.

Con il nuovo contratto sulla rete ferroviaria del Friuli Venezia Giulia verranno apportati rilevanti opportuni miglioramenti come prestazioni superiori dei convogli, con conseguente miglioramento della regolarità del servizio, l’incremento della capacità di trasporto delle vetture, maggiore flessibilità di esercizio e conseguenti minori consumi ed emissioni, maggiore comfort di bordo, maggiore accessibilità alle carrozze per le persone con ridotta mobilità, maggiore sicurezza a bordo grazie alla presenza di telecamere di videosorveglianza interna live.

Il nuovo accordo Regione-Ferrovie, inoltre, – come ha ricordato l’Assessore Pizzimenti – consentirà un ampliamento della competenza sui servizi interregionali. Fino ad oggi, ad esempio, i servizi interregionali di collegamento con Venezia, utilizzati indistintamente dai viaggiatori, erano soggetti ad una pluralità di competenze (Stato-Regione FVG-Regione del Veneto). Con il nuovo contratto, in attuazione della legge 178/2020 (finanziaria 2021) il quale ha previsto il trasferimento alla Regione dal primo gennaio 2022 di tutti i servizi prima gestiti dallo Stato sulle direttrici Trieste-Venezia e Trieste-Udine-Venezia, sarà aumentato il volume di offerta direttamente gestito dalla Regione“. Per tale motivo, sono attesi effetti positivi in termini di pianificazione unitaria dell’offerta e della correlata gestione.

Maggiore, poi, sarà anche l’attenzione di Trenitalia e Regione nei confronti dei viaggiatori. Per una maggiore attrattività del servizio di trasporto pubblico, infatti, il Friuli Venezia Giulia promuove e sostiene la complementarietà dei servizi su gomma e su ferro. I primi, programmati in orario in sostituzione del servizio ferroviario saranno svolti dal luglio 2022 dalla società TPL FVG scarl affidataria del contratto TPL su gomma nell’ambito della progressiva integrazione dei servizi. Rimarranno in gestione a Trenitalia, invece, i servizi automobilistici sostitutivi del servizi ferroviari da attivare in caso di soppressione accidentale delle corse. In tale contesto un elemento di novità è rappresentato dal cosiddetto “Piano dei Servizi Sostitutivi” il quale individua le modalità di intervento in caso di soppressione di corse  anche con la presenza di “scorte calde”, ossia corriere e pullman pronti a partire in caso di imprevisti sulla linea ferroviaria. Ultimo ma non meno importante, sarà dato maggior peso alle al monitoraggio della qualità del viaggio e dei servizi offerti, permettendo ai viaggiatori, grazie alle loro recensioni e alle risposte date nei sondaggi a campione (customer satisfaction), di poter essere protagonisti nell’apportare miglioramenti al servizio ferroviario e agli aspetti di pianificazione di competenza regionale.

“Quella tra Friuli Venezia Giulia e Trenitalia – ha commentato il Governatore Massimiliano Fedriga – è una collaborazione che questa amministrazione ritiene particolarmente strategica. Il lavoro fatto dall’Assessore Graziano Pizzimenti per arrivare a tale accordo è una sorta di investimento per il futuro della nostra Regione che guarda il medio e il lungo periodo. Scegliere di stipulare un contratto decennale non è affatto casuale. Abbiamo messo da parte le precedenti esperienze del 3+3 per dare maggiori certezze a Trenitalia sul lungo periodo, con il fine di poter esercitare maggiore capacità programmatoria e di sviluppo della rete ferroviaria del nostro territorio. Abbiamo fatto una scelta consapevole che favorisce la mobilità su ferro non solo nell’ambito dello spostamento di persone ma anche nell’ottica del contenimento dell’inquinamento volute a livello internazionale”.

“Chiederemo a Trenitalia che i nuovi treni vengano brandizzati con i colori del Friuli Venezia Giulia, – ha continuato il Governatore – affinchè attraverso questa partnership si possa anche fare promozione del nostro territorio. Nella nostra Regione, chi vuole scoprirla per turismo, con il treno può spostarsi dalla montagna al mare in breve tempo come pochissime altre regioni, per conformità territoriale, possono permetterlo. Avere una ferrovia che funziona significa dare alla Regione maggiore attrattività e quindi dare anche maggiore rilievo all’importante lavoro che stiamo svolgendo dal punto di vista turistico”.

“Trenitalia è un player europeo di primo livello nell’ambito di capacità di trasporto passeggeri su rotaia. Noi italiani siamo abituati a lamentarci spesso. Pertanto, voglio invitarvi ad andare ad osservare il sistema ferroviario di altri paesi al mondo; scoprirete che pochi altri possono competere con l’Italia tanto per la capacità di mobilità su ferro sulle grandi tratte quanto per la capacità di collegare le piccole località a livello regionale. Il Friuli Venezia Giulia è lieto di collaborare con questa eccellenza riconosciuta a livello internazionale” – ha concluso Fedriga.

“Ho passato la mattinata in impianto con il personale locale di Trenitalia e vi posso assicurare che la passione per il lavoro delle persone che lavorano in questa Regione è impressionante – ha commentato l’A.D. di Trenitalia Luigi Corradi. Sono sicuro che tutto il lavoro svolto in questi mesi per arrivare alla stipulazione di questo contratto darà risultati ottimi nei prossimi anni; un contratto decennale che ci consentirà di lavorare bene, programmando e pianificando. Un cotratto che non funzionerà solo grazie all’acquisto di treni nuovi ma che darà i suoi frutti grazie al lavoro sinergico tra Azienda e Regione, in quanto il lavoro si fa insieme, studiando un servizio che va incontro alle esigente dei cittadini e dei viaggiatori. Negli scorsi anni, grazie alla collaborazione tra Trenitalia e FVG tutti i nostri principali indicatori sulla qualità del servizio si sono rivelati in miglioramento. Si può fare di più e vogliamo fare di più, e sono certo che questo contratto di dieci anni ci permetterà di farlo” – ha concluso il manager.

 

spot_img

Ultime notizie

spot_img

Dello stesso autore