20.2 C
Trieste
sabato, 28 Maggio 2022

Destinazione Pechino: nove atleti Fvg alle Olimpiadi invernali

25.01.2022 – 14.30 – Il Friuli Venezia Giulia vola a Pechino con nove portacolori convocati in azzurro per le Olimpiadi invernali, che prenderanno il via venerdì 4 febbraio con la cerimonia inaugurale.
Si tratta di un evento che durerà fino al 20 febbraio e che vedrà tra i protagonisti anche gli atleti di casa Friuli Venezia Giulia: Lisa Vittozzi per il biathlon, Davide Graz, Martina Di Centa e Cristina Pittin per lo sci di fondo, Alessandro Pittin e Raffaele Buzzi per la combinata nordica, Lara Della Mea per lo sci alpino, Giada Andreutti e Mattia Variola per il bob; in quest’ultima specialità, Costantino Ughi sarà inoltre riserva.
Atleti che da anni, e fin da piccoli, animano le competizioni su suolo regionale, regalando grandi emozioni con i colori del Fvg anche a livello nazionale e internazionale con encomiabili risultati: non può quindi che essere un grande orgoglio vedere questi ragazzi raggiungere un risultato a dir poco unico, ovvero la partecipazione alle Olimpiadi.

“Quando è arrivata la convocazione ufficiale ovviamente ero molto contenta ed emozionata” commenta Cristina Pittin, sottolineando come “alla fine le Olimpiadi sono il sogno di un atleta e a me è stata data l’opportunità di poterlo realizzare”.
Un viaggio lungo e certamente appassionante, verso un paese lontano con una “partenza, tamponi permettendo, prevista per domenica 30 gennaio” e che fa nascere, non nasconde Pittin, un’agitazione che “sta già iniziando a salire. Vado in Cina senza grandi aspettative, spero comunque di fare delle belle gare e soprattutto godermi al massimo questa esperienza olimpica”.

“Qualificarsi per un’Olimpiade è sempre bello” conferma anche Raffaele Buzzi, sottolineando come “per chiunque faccia sport è un sogno riuscirci: per me è la seconda, quindi me l’aspettavo e puntavo proprio a questo. Sono riuscito a lavorare bene quest’anno e mi sento più pronto di quattro anni fa. Voglio godermela al 100%”.
Si tratterà di un’Olimpiade sicuramente particolare, scandita da una situazione covid che sicuramente “non è facile, quindi sarà un’olimpiade diversa e penso unica” dichiara Buzzi, affermando come, nonostante le avversità del periodo, vivrà questo evento sotto una prospettiva differente e positiva: “mai nessun altro potrà fare un’Olimpiade del genere. Noi, e chi è stato a Tokyo, abbiamo avuto questa fortuna/sfortuna. È una cosa rara, quindi sarà sicuramente molto bello”.

Anche Lara Della Mea racconta quanto sia “Felicissima per la convocazione. Si tratta di un sogno che si avvera”.
Un obiettivo che “tutti gli sportivi sognano fin da quando sono piccoli. In più, dopo che mi sono rotta il ginocchio lo scorso anno, vedo così ripagati tutti i sacrifici fatti e ne sono davvero felice. Ho scoperto della qualificazione ieri leggendo gli articoli, sapevo solo che poteva esserci un briciolo di possibilità. Ero emozionantissima”.

Nel complesso, l’Italia sarà rappresentata nel corso dei giochi da ben 118 atleti, numero che si avvicina di molto ai 122 delle Olimpiadi di PyeongChan 2018: saranno 46 donne e 72 uomini, che parteciperanno alle gare in 14 discipline: biathlon (10), bob (9), combinata nordica (4), freestyle (5), salto (2), sci alpino (16), sci di fondo (12), skeleton (3), slittino (8), snowboard (17), curling (6), pattinaggio di figura (9), pattinaggio velocità (7), short track (10).
Restano ancora da definire i 7 atleti che scenderanno in campo per lo sci alpino maschile, che saranno resi noti dopo lo slalom notturno di oggi a Schladming.

[c.c]

spot_img

Ultime notizie

Dello stesso autore