17.1 C
Trieste
sabato, 28 Maggio 2022

Capitale sociale, Interporto Trieste schizza a 17,6 milioni: incontro con BAT

17.01.2022 – 07.30 – La proposta dell’aumento, poi l’approvazione dell’assemblea a fine novembre e infine l’approvazione nel gennaio 2022: il capitale sociale di Interporto Trieste è ufficialmente passato da 11,6 milioni a 17,6, con un rialzo di 6 milioni di euro. Un’iniezione di capitali (e connessa fiducia) necessaria all’Interporto Trieste per gestire il suo più ambizioso progetto: la realizzazione dell’hub della British American Tobacco (BAT) nella zona di FREEeste. Il giovane Interporto ha già investito ampie risorse nella realizzazione della zona franca a Bagnoli della Rosandra; ora l’aumento consentirà di continuare sulla strada dei finanziamenti. Lo scorso 13 gennaio si è svolto in tal senso un importante incontro tra i vertici rispettivamente dell’Interporto e di BAT, onde comprendere come strutturare il cantiere esordito tra novembre e dicembre 2021. Teoricamente la prima linea di produzione potrebbe entrare in funzione già a maggio 2022. Negli ultimi mesi del 2021 era iniziata la pulizia delle aree e l’allestimento del cantiere.

Le quote dell’Interporto sono attualmente ripartite tra più società ed enti, a partire dal porto tedesco di Duisburg, con il terminalista Duisport (15%), la finanziaria della Regione Friuli Venezia Giulia Friulia (31,99%), l’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico orientale (20%), la Camera di Commercio Venezia Giulia (16,54%), il Comune di Trieste (11,05%) e il Comune di Monrupino (5,52%).

[z.s.]

spot_img
Avatar
Zeno Saracinohttps://www.triesteallnews.it
Giornalista pubblicista. Blog personale: https://zenosaracino.blogspot.com/

Ultime notizie

Dello stesso autore