26.2 C
Trieste
domenica, 14 Agosto 2022

Triestina, successo convincente contro la Giana, 2-1 e vittoria casalinga ritrovata

12.12.2021 – Dopo diverso tempo, finalmente, la Triestina ritrova anche il successo casalingo, battendo per 2-1, nella diciottesima giornata del campionato di Serie C, la Giana Erminio fanalino di coda del torneo. Successo e prestazione convincente, per la squadra di Cristian Bucchi, che con il successo del “Nereo Rocco” recupera anche terreno su tutte le formazioni che la precedono in classifica e può guardare con fiducia alla prossima giornata, l’ultima del girone di andata e la penultima del 2021, che la vedrà opposta alla capolista Südtirol, in casa dei bolzanini il prossimo sabato 18 dicembre. Una piccola curiosità che però può anche essere un segnale del buon lavoro dei giuliani: solo in due occasioni, fin qui, la Giana aveva subito più di un gol.
TRIESTINA-GIANA ERMINIO 2-1, LA CRONACA
Niente calcoli per Bucchi, nonostante le diffide pendenti su alcuni degli elementi più importanti della rosa e l’impegno con la capolista alle porte: il mister si affida infatti ai migliori elementi a disposizione. In difesa, dunque, a destra c’è Rapisarda, con Brey a sinistra e la coppia Volta-Ligi in mezzo (Capela non è nemmeno in panchina, mentre Negro, recuperato all’ultimo, non viene rischiato). A centrocampo Giorico e Crimi sono le mezzali, con Giorno in regia, mentre in avanti si rivede il tridente con Sarno e Procaccio a supportare Gomez e con il rientrante De Luca in panchina. Il tecnico della Giana, Matteo Contini, vira dal 3-5-2 fin qui sempre impiegato e adotta uno schieramento speculare a quello alabardato, con Bonalumi e Magli al centro della retroguardia e Caferri e Colombini sulle fasce, mentre in avanti ci sono Tremolada, Corti e Messaggi.
Lo spartito appare chiaro sin da subito: l’Unione cerca la manovra, mentre la Giana sta compatta a ripartire. Chiara anche l’inflessibilità del direttore di gara, Giaccaglia, che dopo appena 1′ ammonisce Volta lasciando intendere che aria tiri. Dopo qualche tentativo ospite di avvicinarsi all’area giuliana, salgono in cattedra gli alabardati, con Sarno che sui calci da fermo o su azione regala cioccolatini ai compagni, come quello su corner che Volta, al 10′, cerca di trasformare in rete con una rovesciata o come quello che Ligi manda di poco a lato, su punizione, al 14′, mentre dall’altra parte Offredi è attento nell’intercettare i cross avversari. Al 22′ Zanellati è protagonista, deviando in corner un bel diagonale di Gomez, ma sull’angolo conseguente – battuto, ovviamente, da SarnoLigi si fa trovare sul primo palo sbloccando la gara. Passano appena 5′ e arriva il raddoppio, nato da una bellissima giocata a destra di Rapisarda che poi va al cross trovando Gomez a deviare in rete per il 2-0. I ritmi sono ora un po’ più quieti e occasioni rilevanti ce ne sono poche: una di queste è quella, prodotta dall’asse Gomez-Giorico, che porta al tiro Giorno al 38′, che vede però la sfera alzarsi tantissimo.
Qualche cambio nella ripresa: Rapisarda resta negli spogliatoi, per non rischiare il giallo, lasciando il posto a Natalucci, mentre dall’altra parte entrano Ferrari e Palazzolo per Cazzola e Pinto. Gli alabardati vogliono il 3-0 e lo cercano con Sarno, che va direttamente in porta su punizione, trovando però la risposta di Zanellati, e con Natalucci, che chiude con il mancino un’azione personale. Zanellati è attento anche su Giorno al 65′, ma i tentativi dell’Unione non si fermano. Al 78′ Tremolada interrompe l’assolo dei padroni di casa con una fiammata, interrotta da Volta con un fallo in area: è rigore e il neoentrato Perna lo trasforma, accorciando le distanze, nonostante Offredi avesse intuito la direzione del tiro e deviato la sfera. La gara, comunque, si spegne: la Triestina gestisce e non concede più nulla e al 90′ può festeggiare altri 3 preziosi punti.
TRIESTINA-GIANA ERMINIO 2-1, IL TABELLINO
Triestina-Giana Erminio: 2-1 (22′ Ligi, 27′ Gomez, 79′ rig. Perna).
Triestina (4-3-3): Offredi; Rapisarda (46′ Natalucci), Volta, Ligi, Brey; Giorico, Giorno (74′ Paulinho), Crimi; Sarno (87′ Iotti), Gomez, Procaccio (79′ Litteri). A disposizione: Martinez, Giannò, De Luca, Trotta, Negro. Allenatore: Bucchi.
Giana Erminio (4-3-3): Zanellati; Caferri, Bonalumi, Magli, Colombini (73′ Magri); Cazzola (46′ Palazzolo), Acella (56′ Perna), Pinto (46′ Ferrari); Messaggi (83′ Vono), A. Corti, Tremolada. A disposizione: Casagrande, Perico, Carminati, Gulinelli, N. Corti. Allenatore: Contini.
Arbitro: Giaccaglia (Jesi). Assistenti: De Vito (Napoli), Fiore (Genova). Quarto ufficiale: Albano (Venezia).
Ammoniti: Volta, Natalucci, Giorno, Negro dalla panchina (T), Pinto, Magli, Colombini, Ferrari, Bonalumi. Espulsi: nessuno. Recuperi: 1′ e 4′.
E.R.

spot_img

Ultime notizie

spot_img

Dello stesso autore