20.9 C
Trieste
sabato, 2 Luglio 2022

Trasporti pubblici, oggi lo sciopero nazionale. Garantiti i collegamenti nelle fasce di garanzia

16.12.2021 – 10.49 – “Insieme per la giustizia”. Oggi giovedì 16 dicembre 2021 lo sciopero generale di 8 ore, indetto dalle due sigle sindacali Cgil e Uil. Lo stop interessa tutti i lavoratori pubblici e privati, dall’industria ai servizi a partire dai trasporti, e mette a rischio aerei , treni , bus e metro. Esenti invece i settori della sanità pubblica e privata , le residenze per anziani e quelle assistenziali, e le scuole. La manifestazione, alla quale prenderanno parte il segretario generale della Cgil Maurizio Landini e della Uil Pierpaolo Bombardieri, è in corso dalle 10 di stamattina a Roma, in Piazza del Popolo. Altre manifestazioni sono previste, contemporaneamente, in altre città italiane, fra le quali Bari, Palermo, Milano, Cagliari. Lo sciopero generale, al quale la Cisl ha deciso di non aderire, è mosso contro la manovra del governo Draghi. La protesta nasce “a sostegno alle proposte sindacali su precarietà, pensioni, fisco, lavoro e per la modifica alla Legge di Bilancio”. Legge di bilancio considerata altamente inadeguata e con misure insufficienti per i ceti più deboli. Richiesti inoltre provvedimenti da parte del governo per sanare i danni economici e sociali provocati dalla pandemia. Le motivazioni della Cisl sono state espresse dal segretario generale, Roberto Benaglia: perché dobbiamo scioperare contro un governo che per la prima volta dopo anni taglia le tasse ai metalmeccanici? Mi sembra uno sciopero politico e non credo che verrà compreso dai lavoratori. Noi siamo un sindacato popolare e non populista. Dire oggi che si sciopera contro la precarietà è una cosa molto importante, ma la precarietà non viene abolita con uno sciopero, mi sembra un modo per evidenziare il malessere delle persone, ma il sindacato non ha questo compito, il compito del sindacato è di portare le soluzioni”. Chiara la posizione di Benaglia che ritiene compito dei sindacati portare a soluzioni e accordi concreti e tangibili.

Possibili disagi potrebbero investire anche la provincia di Trieste, in cui lo stop interessa anche il personale viaggiante e il personale tecnico e amministrativo di Trieste Trasporti. Restano invece invariati i collegamenti nelle fasce orarie di garanzia: dalle 6 alle 9 e dalle 13 alle 16. Per il personale tecnico e amministrativo lo sciopero riguarderà l’intera giornata, potrebbero quindi verificarsi disagi agli sportelli per il pubblico. Il numero verde 800 052040 (da rete fissa) e 040 9712343 (da rete mobile) svolgerà servizio regolare.

[m.b.]

spot_img

Ultime notizie

Dello stesso autore