19.2 C
Trieste
sabato, 28 Maggio 2022

Incidente mortale sul lavoro in Porto Vecchio

18.12.2021 – 11.00 – È morto sul colpo sul lato nord del molo III in Porto Vecchio a Trieste Daniele Zacchetti, veneto, operaio della Pasqual Zemiro di Mira. Lavorava a un cantiere dismesso con un’altra persona, già sentita dai titolari dell’indagine. La Procura di Trieste vuole ora capire se si tratti di omicidio colposo. Da verificare anche se vi sia stata violazione delle normative antinfortunistiche. Il braccio di una gru da cantiere che stava smontando ha ceduto, e Daniele Zacchetti è rimasto schiacciato. Sul posto Polmare, assieme ai sanitari, la Guardia Costiera, i Vigili del Fuoco e i Carabinieri. Il Dipartimento di prevenzione Asugi si è recato sul luogo dell’incidente per i rilievi. Sul posto anche il medico legale, Fulvio Costantinides.

Colleghi e sigle sindacali (CGIL, CISL, UIL e USB) hanno immediatamente proclamato uno sciopero, e hanno presidiato l’uscita del varco: si sono registrati momenti di tensione tra il CLPT e USB; quest’ultimi invitati a levare le bandiere esposte. “È sempre necessario porre l’attenzione su questi incidenti – spiega Sasha Colautti, di USB – anche se non possono essere chiamati tali: quando uno esce da casa la mattina per andare a lavorare e non torna si tratta sempre di una cosa gravissima”.

Tra i portuali accorsi anche Stefano Puzzer. Il CLPT – ora membro dell’IDC – in una nota, spiega come da un anno ormai chieda “di utilizzare dati raccolti dall’ufficio avviamenti e i rapporti del nucleo ispettivo per imporre il rispetto delle norme sulla sicurezza e la salute sul lavoro alle aziende inadempienti”. “Con risultato, a quanto ci è dato sapere, nullo” sostengono.

Nel corso della seduta antimeridiana della quarta giornata di lavori dedicati alla manovra di bilancio, il Consiglio regionale ha osservato un minuto di raccoglimento a seguito del grave incidente. 

spot_img

Ultime notizie

Dello stesso autore