13.7 C
Trieste
martedì, 4 Ottobre 2022

Fine anno, per Honsell (Gr. Misto) manca strategia su fondi Pnrr

28.12.2021 – 15.20 – Sarà un 2021 da ricordare positivamente soprattutto per le norme varate all’unanimità dall’Aula. Tuttavia, sarà anche un anno che, a livello ambientale e per quanto riguarda le cospicue risorse legate al Piano nazionale di Ripresa e Resilienza (Pnrr), sembra aver perso per strada alcune opportune valutazioni di carattere strettamente strategico.
Non ha troppi dubbi il capogruppo e portavoce del Gruppo Misto nel Consiglio regionale del Friuli Venezia Giulia, Furio Honsell, nel tracciare un bilancio di fine anno con vista sul 2022.
“A livello strettamente legislativo, devo certamente rimarcare – precisa l’esponente dell’Opposizione – la positività delle leggi approvate all’unanimità che, soprattutto nell’inverno 2021, hanno riguardato i cosiddetti ristori a tutte le categorie economiche, fortemente penalizzate da una situazione senza precedenti.
Quindi, un supporto diretto per tutti i lavoratori che hanno subito la chiusura dovuta al confinamento, vocabolo che preferisco a lockdown”.
“In particolare – aggiunge Honsell – sono orgoglioso della volontà di non escludere nessuno da questi provvedimenti, anche se purtroppo sfuggono ancora alcune categorie. Esistono infatti alcune tipologie di lavoratori dello spettacolo che abbiamo cercato di sostenere in quanto drammaticamente penalizzate, soprattutto nell’ambito delle attività culturali dal vivo. E, di cultura, tutti noi abbiamo un grande bisogno”.
Notevole apprezzamento viene rivolto anche “alla significativa legge per la restituzione dell’onore ai militari fucilati durante la Prima Guerra mondiale, mentre dobbiamo fare in modo che la pandemia non soffochi lo slancio per collocare la nostra regione al centro dell’Europa, potenzialità ulteriormente sottolineata dal fatto che Gorizia e Nova Gorica diventeranno Capitale europea della cultura. Dobbiamo quindi lavorare in una prospettiva di internazionalizzazione, contro tutte le forme di chiusura che purtroppo anche il Covid ha portato con sé”.
“Come espresso nella mia relazione e poi anche nella dichiarazione di voto in occasione della legge di Stabilità – prosegue Honsell – il rammarico principale riguarda il fatto che una quantità così significativa di risorse non sia stata raccordata né al Pnrr, né ad alcun’altra strategia che permetta effettivamente di fare un salto in avanti per quanto riguarda le tematiche della sostenibilità ambientale, della rigenerazione urbana e della costruzione di solide basi per la ripartenza.
Tutte queste opportunità vengono invece disperse, cercando solo di creare consenso con uno stile che potremmo definire business as usual”.
Per quanto concerne il 2022, il portavoce del Misto ricorda che “l’obiettivo è quello di cercare finalmente di invertire questo processo e di far sì che la Regione possa prendere impegni precisi e quantificabili sulla riduzione delle emissioni, sulla qualità dell’aria, sul contrasto alle diseguaglianze e anche sul tema dell’innovazione. È un fermo proposito che cerchiamo di imporre da ormai 4 anni, ma troviamo sempre molte difficoltà, perché la Maggioranza non dialoga con l’Opposizione”.
[c.s]
spot_img

Ultime notizie

spot_img

Dello stesso autore