Da Trieste al Kenya: siglata un’intesa in aroma di caffè (triestino)

02.12.2021 – 11.01 – Favorire e diffondere la conoscenza del caffè italiano e in special modo triestino dalla Venezia Giulia all’Africa. È il progetto del nuovo Memorandum di intesa siglato tra l‘associazione Caffè Trieste e il Ministero dell’agricoltura, fauna, pesca e cooperazione del Kenya. Uno strumento che si propone di sviluppare ulteriormente la filiera del caffè tanto attraverso la vendita del caffè triestino in Kenya, quanto tramite l’acquisto, da parte dei kenioti, di attrezzature e macchinari italiani per migliorare la propria produzione locale.
I contatti tra l’Associazione e i rappresentanti del Ministero keniota iniziarono a fine 2018 con una visita informale a Trieste a cui fece seguito un secondo incontro ufficiale a maggio 2019 in cui vengono definiti in maniera preliminare i punti salienti della collaborazione. Dopo le pause e i ritardi dovuti al Covid-19, che ha impedito di organizzare un evento ufficiale per la firma congiunta, finalmente entrambe le parti hanno sottoscritto l’accordo.
ll dialogo tra le parti è stato favorito e supportato dalla società Bergs&More nella persona della dott.ssa Rita Ricciardi che, insieme ai rappresentanti delle due parti, sarà membro del Comitato di gestione per l’attuazione degli obiettivi condivisi.

Questo progetto di collaborazione concreta con il Kenya rientra inoltre nelle attività previste per celebrare il 130° anniversario della fondazione dell’Associazione Caffè Trieste, ultima realtà rimasta in Italia a rappresentare tutta la lunga filiera del caffè: dai crudisti ai torrefattori, dalla logistica alla decaffeinizzazione, dai produttori di macchine e attrezzature a certificatori e laboratori di analisi.

[z.s.]